Autonomia: un’idea per l’Italia, che parte dal Nord.

di admin
Popolo Idea Libertà: un centro-destra costruttivo e forte, anche in vista del referendum del prossimo 22 ottobre 2017.


Il 22 luglio 2017, presso il Palazzo della Gran Guardia, Verona, incontro del movimento Popolo Idea Libertà – centro-destra, organizzato da Stefano Casali, consigliere regionale. Ha porto il saluto di Verona, il sindaco Federico Sboarina, che pensa ad una città scaligera libera e forte e ad un Veneto economicamente e socialmente evoluto, tenendo conto anche del referendum del prossimo 22 ottobre prossimo, diretto a ottenere la realizzazione dell’autonomia amministrativa della nostra Regione. Il sen. Gaetano Quagliariello ha presentato il movimento in parola, come una formazione liberale, cristiana e civica, che, tra l’altro, ha avuto la meglio nella recente elezione amministrativa a Verona. Un movimento che vede nell’autonomia regionale la libertà di realizzazione, in regione, di quanto di specifico essa necessita e che, appunto non è uguale a ciò che può tornale utile ad altre regioni. Il prof. Alfonso Celotto, costituzionalista, ha evidenziato come il referendum in parola sia possibile, in base all’art. 5 della Costituzione, che prevede, appunto, diritto d’autonomia amministrativa in determinati settori, come, ad esempio, istruzione, sanità, ambiente e territorio, sottolineando, come, per maggiore libertà e funzionalità, il nostro Paese debba trasformarsi in Stato federale, mentre, sarebbe errore riconcentrare a Roma decisioni riguardanti le singole Regioni. Questo, in particolare, con riferimento a Veneto e a Lombardia, che contano 15.000.000 di cittadini e che sono grande motore economico. Stefano Casali vede in Popolo Idea Libertà un movimento che sarà forza di governo, importante per il Paese. Il sen. Carlo Giovanardi s’è richiamato ai veri valori, che vanno rafforzati e conservati, a favore del popolo, e, primi fra tutti, quello del lavoro, mentre sono da accantonare, a favore delle priorità, gli elementi, che fanno perdere di vista quanto di più interessa e necessitano i cittadini. Sergio Bruni, imprenditore friulano – che, con la sua attività ha creato occupazione – ha espresso condivisione, per quanto stava emergendo durante il convegno, segnalando che senso civico e volontà di realizzazione, nella libertà, sono alla base dell’impresa, creatrice di lavoro e di benessere per le famiglie. Erano presenti i delegati per il Piemonte, la Lombardia, il Friuli-Venezia Giulia e il Tentino, oltre che del Veneto.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!