Martedì 18 luglio alle ore 21.00 va in scena la sesta rappresentazione di Nabucco di Giuseppe Verdi per il Festival Lirico 2017.

di admin
Con oltre 200 recite tra le antiche pietre dell’Arena, Nabucco è tra i colossal delle stagioni areniane: terza per numero di serate dopo Aida e Carmen, l’opera, dalla sua prima rappresentazione nell’anfiteatro nel 1938, tornerà infatti in cartellone per 21 Festival presentata in 10 diversi allestimenti. Titolo di un giovane Verdi infervorato di passione politica…

Il dramma verdiano, composto su libretto di Temistocle Solera, è proposto per il 95° Opera Festival fino al 26 agosto nel nuovo allestimento che porta la firma di Arnaud Bernard per regia e costumi e di Alessandro Camera per le scene; il lighting design è di Paolo Mazzon ed il trucco di scena è stato creato dal make-up designer Michele Magnani, global senior artist di M.A.C. Cosmetics, Official Partner del Festival lirico dal 2014. L’ambientazione è trasposta tra il 1848 e il 1860, periodo in cui l’Impero austriaco dominava il Regno Lombardo-Veneto. La regia di Bernard, difatti, legge nel contrasto insito nella vicenda narrata nell’opera – che si esprime nel conflitto tra Babilonia e Gerusalemme – la storia d’Italia negli anni turbolenti del Risorgimento.
Domani sera torna sul podio dell’anfiteatro veronese Jordi Bernàcer, talentuoso direttore che venerdì 21 luglio guiderà l’Orchestra areniana nello spettacolo d’eccezione dedicato a Plácido Domingo. In scena ritroviamo un cast di grandi voci, a partire da Leonardo López Linares nei panni del protagonista Nabucco, Rebeka Lokar in Abigaille e Rafał Siwek nel ruolo di Zaccaria; anche Anna Malavasi torna ad interpretare Fenena accanto all’Ismaele di Mikheil Sheshaberidze. Completano il cast Romano Dal Zovo nel ruolo del Gran Sacerdote di Belo, Cristiano Olivieri nei panni di Abdallo e Madina Karbeli dà voce ad Anna.Il titolo impegna l’Orchestra, il Coro preparato da Vito Lombardi ed i Tecnici dell’Arena di Verona insieme a numerose comparse.
Repliche: 4, 9, 12, 18, 23, 26 agosto, ore 20.45

Condividi ora!