Volontari? Volentieri, con ANT! 39 posti disponibili in Fondazione ANT per giovani interessati al Servizio Civile Nazionale, le candidature sono aperte fino alle ore 14.00 del 26 giugno 2017.

di admin
Grazie al partenariato stretto con Arci Servizio Civile (ASC), si rinnova la possibilità di vivere l’esperienza di un anno di servizio civile con Fondazione ANT Italia ONLUS, con 39 posti a bando per giovani dai 18 ai 29 anni non compiuti, per il progetto “Volontari? Volentieri, con ANT!”. Il termine per presentare le domande è…

La domanda, compilata in ogni sua parte, datata, firmata e corredata dei necessari allegati, deve pervenire entro e non oltre le ore 14 del 26 giugno 2017  (non fa fede il timbro postale) ad Arci Servizio Civile Nazionale, via dei Monti di Pietralata 16 – 00157 Roma (RM) – Indirizzo PEC: arciserviziocivile@postecert.it

Nella domanda, intestata ad ARCI Servizio Civile Nazionale, va specificato che la candidatura è per il progetto di Fondazione ANT Italia ONLUS (“Volontari? Volentieri, con ANT”) indicando per quale delle 15 sedi ANT si desidera presentare la candidatura. I ragazzi potranno scegliere tra le sedi di Brescia, Bologna, Modena, Vignola, Mirandola, Verona, Firenze, Roma, Perugia, Taranto, Potenza, Napoli, Foggia, Ferrara, Pesaro, Potenza, Molfetta (BA), Lecce e Bari.

Durante quest’esperienza i volontari avranno la possibilità di vivere in prima persona il lavoro in una Fondazione come ANT, una delle principali Oblus italiane per l’assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore, la prevenzione, la formazione e la ricerca. I volontari potranno contribuire all’operato di ANT in diversi ambiti, dall’organizzazione di eventi e campagne di raccolta fondi, ai progetti di prevenzione oncologica, collaborando con il “Servizio Famiglia” on von gli uffici comunicazione e formazione. I candidati selezionati verranno inseriti in staff a seconda del proprio profilo professionale e formativo, mettendo in luce le loro competenze e dando la possibilità di sviluppare il percorso individuale del singolo.

Il Servizio Civile in ANT vuole essere un’esperienza completa di solidarietà, ma anche un’occasione di crescita personale per il volontario, come emerge dalla testimonianza di Monica, volontaria del Servizio Civile nella delegazione ANT di Bari: Il Servizio Civile in ANT mi ha dato la possibilità di crescere e migliorare collaborando in prima persona. In questi mesi ho imparato tanto, facendo miei i valori di questa Fondazione: la dignità della vita, l’accoglienza, l’assistenza verso chi si trova in difficoltà, il coraggio di credere nei propri ideali. L’esperienza in ANT la porterò con me per tutta la vita e ringrazio tutti coloro con cui ho condiviso questo bellissimo percorso.

Nel corso dei 12 mesi di Servizio Civile, i volontari saranno impiegati per un totale di 1.400 ore e riceveranno un rimborso mensile dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale pari a 433,80 euro.

Profilo Fondazione ANT Italia ONLUS

Nata nel 1978 per opera dell’oncologo Franco Pannuti, dal 1985 a oggi Fondazione ANT Italia ONLUS – la più ampia realtà non profit per l’assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e la prevenzione gratuite – ha curato circa 120.000 persone in 10 regioni italiane (Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Toscana, Lazio, Marche, Campania, Basilicata, Puglia, Umbria – dato aggiornato a gennaio 2016). Ogni giorno 3.400 persone vengono assistite nelle loro case da 20 équipe multi-disciplinari ANT che assicurano cure specialistiche di tipo ospedaliero e socio-assistenziale, con una presa in carico globale del malato oncologico e della sua famiglia. Sono complessivamente 520 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari etc.) cui si affiancano oltre 2.000 volontari impegnati nelle attività di raccolta fondi necessarie a sostenere economicamente l’operato dello staff sanitario. Il supporto offerto da ANT affronta ogni genere di problema nell’ottica del benessere globale del malato. A partire dal 2015, il servizio di assistenza domiciliare oncologica di ANT gode del certificato di qualità UNI EN ISO 9001:2008 emesso da Globe s.r.l. e nel 2016 ANT ha sottoscritto un Protocollo d’intesa non oneroso con il Ministero della Salute che impegna le parti a definire, sostenere e realizzare un programma di interventi per il conseguimento di obiettivi specifici, coerenti con quanto previsto dalla legge 15 marzo 2010, n. 38 per l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. ANT è inoltre da tempo impegnata nella prevenzione oncologica con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie. Dall’avvio nel 2004 sono stati visitati gratuitamente oltre 148.000 pazienti in 79 province italiane (dato aggiornato a gennaio 2016). Le campagne di prevenzione si attuano negli ambulatori ANT presenti in diverse regioni, in strutture sanitarie utilizzate a titolo non oneroso e sull’Ambulatorio Mobile – BUS della Prevenzione. Il mezzo, dotato di strumentazione diagnostica all’avanguardia (mammografo digitale, ecografo e videodermatoscopio) consente di realizzare visite su tutto il territorio nazionale. ANT opera in Italia attraverso 120 delegazioni, dove la presenza di volontari è molto attiva. Alle delegazioni competono, a livello locale, le iniziative di raccolta fondi e la predisposizione della logistica necessaria all’assistenza domiciliare, oltre alle attività di sensibilizzazione. Prendendo come riferimento il 2015, ANT finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle erogazioni di privati cittadini (30%) e alle manifestazioni di raccolta fondi organizzate (29%) al contributo del 5×1000 (12%) a lasciti e donazioni (5%). Solo il 18% di quanto raccoglie deriva da fondi pubblici. Uno studio condotto da Human Foundation sull’impatto sociale delle attività di ANT, ha evidenziato che per ogni euro investito nelle attività della Fondazione, il valore prodotto è di 1,90 euro. La valutazione è stata eseguita seguendo la metodologia Social Return on Investment (SROI). ANT è la 9^ Onlus nella graduatoria nazionale del 5×1000 su oltre 13.000 aventi diritto nel medesimo ambito. Fondazione ANT opera in nome dell’Eubiosia (dal greco, vita in dignità). 

Condividi ora!