Maestro delle Nazioni Concerto di primavera organizzato dalla Fondazione Masi per rendere onore al celebre violinista, compositore, e teorico veneziano Giuseppe Tartini.

di admin
Immersi nel suono del violino, del violoncello e del clavicembalo, nell'elegantissima location della sala Maffeiana del Teatro Filarmonico, la Fondazione Masi ha ancora una volta organizzato una serata all'insegna della cultura veneta. Le musiche , eseguite dall'ensemble L'Arte dell'Arco, Federico Guglielmo (violino), Francesco Galligoni (violoncello), Roberto Loreggian (clavicembalo), hanno ancora una volta dimostrato, come la…

Per l’esecuzione delle opere di questo autore, è infatti necessario una capacità di esecuzione di finezza superiore: pena il risultare mediocra, enigmatica o ripetitiva. All’epoca la nomea del Tartini era tale che gli fu attribuito l’epiteto di “Maestro delle Nazioni”, proprio anche perché studenti da tutta Europa veniva per imparare dal suo metedo “Illuminista”: non a caso sono due opere ancora oggi fondamentali da ui redatte “L’Arte dell’Arco” e il “trattato degli abbellimenti”.
La Fondazione Masi si occupa da parecchi decenni di fare cultura veneta attraverso diversi eventi, tra i quali ricordiamo anche il Premio Masi. “Portiamo avanti questo premio alla civiltà veneta, per esecutori che si dedicano alle musiche di autori veneti nei secoli, per valorizzare il territorio, per dare il senso di cultura a tutto tondo che è tipico dell’ambiente e della gente veneta” così concludono le parole del Presidente Boscaini, una serata raffinata e dolce, che rispecchia in pieno la cultura dei veneti e il suo tratto elegante.


Elena L. Zumerle

Condividi ora!