La vicina ‘Innsbruck’ invita ‘Verona’ ai Mercatini di Natale 2014. Verona ospita Innsbruck a “Librar Verona” in Piazza Mercato Vecchio. DB e ÖBB collegano Tirolo e Veneto con i loro treni internazionali.

di admin
Non poteva essere che nella Sala Rossa della Provincia, che il neoeletto presidente provinciale, Antonio Pastorello, ricevesse e presentasse Innsbruck a Verona, in occasione della grande manifestazione culturale veronese 'LibrarVerona 2014', organizzata da 'Turismo srl', ottimamente guidata da Loris Danielli. Una presentazione doverosa e festosa, perché frutto di quindici anni di costruttivi rapporti di amicizia…

La reciproca attenzione fra le due città è dovuta alla vicinanza dell’una all’altra e all’attrazione turistica che le stesse esercitano sui rispettivi cittadini, i quali, fra l’altro, in sole tre ore di viaggio, sia in automobile, che in treno, possono ritrovarsi, quasi d’un tratto, in mondi diversi, che offrono grandi momenti sconosciuti e diversificati di modo di vivere, di bellezze naturali, di arte e di grande storia. Di valido aiuto a tutto ciò è anche la possibilità di raggiungere direttamente Innsbruck con i treni di Deutsche Bahn-DB e dell’Österreichische Bundesbahn-ÖBB, rappresentate in Sala Rossa da Marco Monaco – cinque partenze al giorno dalla Stazione di Porta Nuova e, di raggiungere Verona, direttamente dalla Stazione centrale di Innsbruck. Le partenze da Verona, si hanno precisamente alle 9,04, 11,02, 13,04, 15,02 e 17,02; da Innsbruck, alle 9,27, 11,27, 13,27, 15,27, e 17,27, www.megliointreno.it. Le possibilità, quindi, non mancano e i prezzi nella capitale del Tirolo non destano certo alcuna preoccupazione. Innsbruck dispone di ben 65 punti, che meritano d’essere visitati, fra i quali emergono il Tiroler Landesmuseum Ferdinandeum, la Kaiserliche Hofburg o residenza imperiale, l’Alpenzoo o zoo delle Alpi, il Museo del Goldenes Dachl o del Tettuccio d’oro, il Giardino imperiale, nel centro città, il Tirol Panorama mit Kaiserjägermuseum, il Castello di Ambras e le numerose, straordinarie chiese, segno di una grande storia religiosa e, al tempo, artistica. Se, poi, pensiamo che Innsbruck è ubicata fra le Alpi, pur garantendo temperatura ottimamente sopportabile, numerose sono le opportunità offerte in fatto di sport invernali, www.innsbruck.info, ma straordinari sono i Mercatini di Natale e gli eventi del periodo dell’Avvento, che non solo rendono allegra e natalizia la dolce Innsbruck, ma illuminano, con le loro luci e con il loro folklore, tutti paesi del circondario, a partire dal 15 novembre, mentre un enorme albero di natale, alto oltre 14 metri, nei noti cristalli Swaroski, domina nella centrale Marktplatz o Piazza del mercato, www.christkindlmarkt cc – “Christkindl” significa Gesù Bambino e “Markt” significa mercato.
Ma Innsbruck è bella in ogni momento dell’anno, rigorosamente sorvegliata e custodita da Alpi nevate, che la circondano e che le donano quell’aria alpina, che invita ad assaporare e a gustare quanto di particolare e di prelibato sa offrire la cucina tirolese.
Per offrire ai veronesi la possibilità di gustare, in anteprima, alcune delle migliori specialità tirolesi, Innsbruck è presente, nel quadro di LibrarVerona 2014, nel mercatino, predisposto in Cortile Mercato Vecchio, accanto a Piazza dei Signori. La presenza insbruckense è stata allieta dalla Banda, appositamente venuta, in costume locale, dal montano Comune di Axams, Innsbruck, e curata dall’attivo amico di Verona, Hermann Weiskopf.
P.B.

Condividi ora!