Verona, Mondiali femminili: chiusa la seconda giornata. Sabato e domenica partite da tutto esaurito.

di admin
E’ bastata un’ora e tre minuti alla Serbia per avere la vittoria sul Kazakhstan. Un tre a zero perentorio che vede le serbe sempre avanti con sicurezza nel punteggio e le asiatiche che provano a tenere il passo. La formazione in giallo del coach Oleksandar Gutor è tra le altre cose bersagliata degli infortuni che…

Si torna in campo dopo il non-match day, sabato 04 Ottobre alle ore 17.00 con Serbia – USA e alle 20.00 con Brasile-Russia, per il secondo weekend di alta pallavolo mondiale.

Serbia – Kazakhstan 3-0 (25 – 13; 25 – 15; 25 – 20)

L’allenatore della Serbia, Zoran Terzic: “Non mi aspettavo un match facile. Il Kazkhstan contro il Brasile ha sempre superato i 20 punti. Pensavo sarebbe stata più difficile, ma abbiamo giocato molto bene sia a muro che in difesa. Abbiamo fermato quasi tutti i loro attacchi e abbiamo vinto molto facilmente. Abbiamo trovato il nostro ritmo contro Olanda e Kazakhstan e dobbiamo manterlo per Usa e Russia. Sarò molto differente contro queste squadre ma credo che vincere o perdere non dipenderà solo da noi.”

Capitano della Serbia, Maja Ognjenovic: “Il match di oggi è stato più semplice di quello ch ci aspettavamo. Abbiamo visto il Kazakhstan in video e sembravano un po’ meglio. Loro giocano un altro tipo di pallavolo molto ‘asiatica’ fanno molti incroci e hanno il libero in ricezione, però siamo riuscite a conquistare lo stesso la vittoria”.

L’allenatore del Kazakhstan Oleksandr Gutor: “La partita di oggi è stata un po’ sfortunata, le mie ragazze giocano molto meglio di quanto avete visto e in più una delle nostre giocatrici si è infortunata ieri e altre non erano al meglio della forma”

Capitano del Kazakhstan, Korinna Ishimtseva: “preferisco non rilasciare alcun comment della partita. Abbiamo sempre giocato con il cuore e posso solo essere soddisfatta del mio team. A volte non è facile essere un capitano, ma la mia squadra è sempre con me e io ne sono molto orgogliosa”.

Brasile – Olanda 3-1 (23 – 25; 25 – 20; 25 – 16; 25 – 16)

Allenatore Olanda, Gido Vermeulen: “Sono molto soddisfatto del primo set. Abbiamo giocato bene e con tante sostituzioni siamo riusciti a tenere testa al Brasile. Ci sono stati molti bellissimi scambi tra un punto e l’altro soprattutto nel secondo set, ma alla fine noi abbiamo fatto troppi errori, loro molti meno”.

Capitano dell’Olanda, Robin De Kruijf: “Anche se abbiamo vinto il primo set, non siamo partite molto bene. Abbiamo trovato il nostro ritmo verso la metà del set e il risultato si è visto. Speravamo di mantenere lo stesso livello ma le brasiliane hanno messo in campo tutta la loro tecnica mettendoci in difficoltà”.

Sheila Castro: “Siamo partite bene ma non abbiamo retto la rimonta dell’Olanda. Il primo set è stato molto combattuto e l’hanno con merito, poi abbiamo ritrovato il nostro gioco e guardiamo alle partite con Russia e Usa con il giusto ottimismo per i risultati conseguiti fino ad ora e con il giusto rispetto per queste due grandi Nazionali”.

Allenatore Brasile, Ze Roberto: “Quando abbiamo perso il primo set ero molto triste perché avevamo giocato molto bene. Un paio di difese olandesi ci hanno messo in difficoltà con il contrattacco. Dal secondo set abbiamo giocato come sappiamo fare abbiamo messo a terra i palloni importanti nonostante la difesa olandese”.

Condividi ora!