Birre artigianali in gloria a Valeggio sul Mincio, Verona. La 3ª Fiera avrà luogo nei giorni 19-21 settembre 2014, nell’area del Mercato Ortofrutticolo.

di admin
Se Verona è nota per il suo agroalimentare, per le sue bellezze artistiche e per le sue importanti manifestazioni lirico-fieristiche, Valeggio sul Mincio sta arricchendo rapidamente la sua già consolidata notorietà, derivante dal suo straordinario paesaggio, dai suoi tortellini e dai suoi ristoranti, anche con la Fiera delle Birre artigianali, ormai, quest’anno, alla sua IIIª…

All’evento dei giorni 19 (dalle ore 18,000) – 21 settembre, saranno presenti 12 birrifici, tutti artigianali e pluripremiati – Birrificio Indipendente ELAV, Il Birrone, Croce di Malto, Endorama, Foglie d’Erba, Manerba Brewery, Stradaregina, Valcavallina, HIBU, Retorto e Birrificio Italiano – , ossia, 7 in più, rispetto all’edizione 2013 e con ben 70 differenti birre alla spina diverse, che saranno spillate nelle tipologie di misura da 0,30 e da 0,10 cc., in modo da favorire chi intende sì bere, ma limitarsi nella quantità. Non mancheranno uno speciale “beershop”, per la vendita di birre in bottiglia dei birrifici partecipanti e di birre per celiaci, nonché laboratori di degustazione, guidati da esperti del settore, perché non basta bere, ma bisogna anche sapere gustare e trovare soddisfazione. Saranno proposte anche birre prodotte in casa, con il relativo concorso MoBi per Homebrewers. E’ ovvio che gli stands gastronomici proporranno i famosi tortellini di Valeggio, i celebrati Nodi d’Amore – specialità tradizionale del territorio – pizza, patatine, hamburger, formaggi ed altro, da gustare, questa volta, essenzialmente con birra. La Biblioteca Comunale, porrà a disposizione un apposito spazio, per la consultazione e prestito di pubblicazioni a tema “birrario”, aperto nei mesi di settembre e di ottobre 2014. Chi ama la natura ed il paesaggio, potrà osservare il tranquillo Mincio, visitare il Parco-Giardino Sigurtà, il Castello Scaligero o la straordinaria frazione di Borghetto, con il suo Ponte Visconteo.
Un’iniziativa, quella di Chiamalabirra, che merita attenzione, perché anch’essa, come altre, non solo promuove la creazione d’un prodotto derivante da un complesso selezionato di materie naturali, ma dà origine anche a preziosa attività economica e, quindi, ad occupazione.

Condividi ora!