LA FEVOSS CERCA VOLONTARI PER L’ESTATE

di admin
Requisiti richiesti sono attitudine all'ascolto, autonomia nel gestire gli appuntamenti, capacità di lavorare in squadra, sensibilità, generosità e predisposizione ad avvicinarsi al prossimo sofferente.

Alleghiamo di seguito il comunicato.
L’estate è alle porte, ma la Fevoss – Federazione dei Servizi di Volontariato Socio Sanitario non va in vacanza ed è alla ricerca di volontari autisti, accompagnatori, addetti alla segreteria e al centralino per il progetto “Solidarietà in movimento”: persone che aiutino a svolgere e coordinare, anche durante il periodo estivo, le attività del servizio di trasporto che la onlus mette a disposizione dei cittadini non autosufficienti.

Tra i servizi che la Fevoss garantisce sul territorio cittadino e provinciale, quello dei trasferimenti è sicuramente uno tra i più richiesti nonché impegnativi da gestire, visto il considerevole numero di telefonate raccolte quotidianamente dai telefoni dell’associazione. Le convenzioni stipulate con Ateneo scaligero, Ulss 20, Pia Opera Ciccarelli e altri enti ne hanno nel tempo aumentato il senso di responsabilità. E i numeri sono significativi dell’impegno profuso dai volontari: i trasferimenti di persone non autosufficienti verso verso i luoghi di cura, studio e lavoro sono passati infatti dai circa 13 mila del 2012 ai 19.424 dello scorso anno per un totale di 223.076 chilometri percorsi soltanto nel 2013 dai pulmini della sede centrale, cui si aggiungono quelli delle sedi territoriali.

Ogni spostamento dev’essere organizzato e monitorato in un’ottica di efficienza, in considerazione di urgenze e imprevisti che possono subentrare, anche per garantire ai volontari già operativi un turnover che consenta loro di andare in vacanza durante il periodo estivo. Per questo l’associazione ha la necessità di allargare la cerchia dei propri collaboratori ed è alla ricerca di volontari che diano la propria disponibilità dal lunedì al venerdì, in orario mattutino o pomeridiano, oppure nei fine settimana come da accordi con il Centro di Continuità Assistenziale di Marzana per viaggi eccezionali.

Tra i requisiti, oltre alle indispensabili capacità organizzative, sono richiesti attitudine all’ascolto, autonomia nel gestire un calendario di appuntamenti, capacità di lavorare in squadra, sensibilità, generosità e predisposizione ad avvicinarsi al prossimo sofferente.

Per ulteriori informazioni, chiamare il numero 045 8019833 e chiedere di Liliana.

Condividi ora!