GIRO D’ITALIA PARTE DA BELFAST. IL VENETO PRESENTA AL REGNO UNITO I SUOI ITINERARI CICLABILI DALLE DOLOMITI A VENEZIA

di admin
Nelle due tappe nordirlandesi del Giro d’Italia, parte oggi a Belfast, ci sarà anche la Regione del Veneto, il cui territorio è coinvolto in quattro delle 21 tappe di questa bellissima gara ciclistica, “la più bella del mondo”, afferma l’assessore regionale al turismo. “Per il Veneto è un’ottima occasione per presentare agli appassionati di tutto…

Dolomiti Star presenterà infatti, per la prima volta, i percorsi cicloescursionistici montani. Dal Sentiero dell’Alpago, all’Alto Cadore, passando per Arabba e sulle sponde del Lago di Misurina: tanti percorsi in quota da affrontare in Mountain Bike lungo itinerari silvo pastorali completamente georeferenziati e mappati in 3D.
Non va inoltre dimenticato che in Veneto pedala il maggior numero di appassionati d’Italia, che più volte sono stati ospitati lungo le sue strade e i suoi sentieri campionati del mondo di tutte le specialità e che le aziende della regione hanno il record di produzione di biciclette e accessori, con una particolare specializzazione per la competizione.
La presenza nordirlandese è insomma un “assaggio” della passione che circonderà la carovana rosa al suo arrivo in Veneto, dove si snodano in tutto o in parte quattro tappe tra le più più emozionanti del giro: la 17ª del 28 maggio Sarnonico – Vittorio Veneto; la 18ª del 29 maggio Belluno – Rifugio Panarotta; la 19ª Bassano – Cima Grappa a cronometro del 30 maggio, che fin d’ora si presenta tra le più selettive in vista del traguardo finale; la 20ª e penultima del 31 maggio Maniago – Monte Zoncolan, per un breve tratto di una quindicina di km ma con le maggiori altitudini della tappa (Sella Razzo 1811 metri, Bivio per Pesariis 1724 metri, Forcella Lavardet 1531 metri).

Condividi ora!