IRCANO DE LUCCA CANGRANDE DEL VENETO 2014, BENEMERITO DELL’ENOLOGIA DELLA REGIONE CHE ESPORTA E PRODUCE LA MAGGIORE QUANTITÀ DI VINO ITALIANO

di admin
E’ Ircano De Lucca, classe 1932, protagonista dello sviluppo dell’enologia della sinistra Piave, il benemerito del vino veneto 2004. Il diploma e la medaglia di Cangrande gli sono stati consegnati oggi dal presidente della Regione e dall’assessore all’agricoltura, del Veneto, in occasione della giornata inaugurale di Vinitaly a Verona. Cangrande significa essere benemerito per aver…

“De Lucca è un personaggio che ha dedicato la sua esistenza al sistema cooperativo dei produttori di vino – ha ribadito l’assessore – facendolo crescere in qualità, valore e immagine”.
Ircano De Lucca è nato a Fontanelle il 21 gennaio del 1932 ed attualmente risiede a Ponte di Piave; è sposato con Giuliana Migotto Giuliana ed ha due figli, Mauro e Maria Teresa. De Lucca. Diplomato ragioniere, dopo il servizio militare trova impiego alla Cantina Sociale Cooperativa di Ponte di Piave, Comune dove tutt’ora risiede. Della Cantina diviene direttore negli anni ’60, incarico che ricoprirà fino al 1981. In seguito diventa direttore commerciale di quella che oggi è “La Marca vini e spumanti” di Oderzo, quindi della Friulvini di Zoppola, in provincia di Pordenone. Nel 2000 è presidente della Cantina Sociale di Campodipietra, incarico che mantiene fino a tutto il 2011, fino cioè alla fusione da lui propugnata con i produttori riuniti Veneto Orientale di Jesolo, fusione che ha dato vita alle Cantine Viticoltori Veneto Orientale, organismo del quale è divenuto Vicepresidente. Attualmente ricopre anche la carica di presidente della Casa Vinicola Bosco Malera Srl di Salgareda. Lo scorso anno ha ricevuto un riconoscimento speciale per la sua lunga attività, in occasione della “Selezione del Sindaco” svoltasi a Villa Emo a Fanzolo di Vedelago, in provincia di Treviso.

Condividi ora!