SUL BUR NUOVA PROPOSTA DI CLASSIFICAZIONE CORPI IDRICI DEL VENETO. 60 GIORNI DI TEMPO PER PRESENTARE OSSERVAZIONI

di admin
E’ stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 97 del 15 novembre il provvedimento con la nuova classificazione dei corpi idrici superficiali del Veneto (corsi d’acqua e laghi) formulata da ARPAV in attuazione della Direttiva europea 2000/60/CE Water Framework Directive (WFD).

La Regione ha preso atto di questa classificazione e ha contestualmente avviato una fase di consultazione con i soggetti interessati che vorranno sottoporre eventuali osservazioni o portare loro contributi. Ci sono 60 giorni di tempo per la presentazione a partire dalla data di pubblicazione sul BUR.

Lo comunica l’assessore regionale alle politiche ambientali Maurizio Conte, sottolineando che le rilevazioni confermano il buono stato complessivo dei corpi idrici, che è il risultato della sintesi tra lo stato ecologico e lo stato chimico. “Abbiamo ritenuto utile – aggiunge – avviare una fase di consultazione pubblica aperta a enti e ad altri soggetti sia pubblici che privati, con la finalità di promuovere la partecipazione attiva di tutte le parti interessate e raccogliere eventuali suggerimenti, osservazioni e informazioni, anche e soprattutto sugli aspetti ambientali, morfologici e idraulici e sui contesti territoriali che caratterizzano alcuni corpi idrici. A conclusione della fase di consultazione e della relativa istruttoria da parte degli uffici tecnici regionali, che sarà svolta in collaborazione con ARPAV, la proposta di classificazione sarà trasmessa al Consiglio regionale e una volta approvata in via definitiva costituirà la base per eventuali aggiornamenti del Piano di Tutela delle Acque in vigore.

Condividi ora!