DISSESTO IDROGEOLOGICO. COMMISSIONE VIA APPROVA PROGETTO PER BACINO “COLOMBARETTA” NEL VERONESE

di admin
La Commissione regionale VIA ha appena espresso giudizio favorevole di compatibilità ambientale e approvato il progetto di invaso sul torrente Alpone, in località Colombaretta nel comune di Montecchia di Crosara (Verona).

Lo rende noto l’assessore veneto alla difesa del suolo Maurizio Conte, precisando che dovrà seguire ora il provvedimento di approvazione da parte della giunta regionale per consentire l’avvio delle procedure per la gara d’appalto, presumibilmente entro l’anno.

L’intervento rientra tra le opere di difesa idraulica attivate dalla Regione dopo l’alluvione del 2010. Finora sono stati realizzati o sono in corso di realizzazione 925 interventi tra grandi e piccoli in 233 comuni, per un importo di oltre 392 milioni di euro. “La sicurezza idraulica – aggiunge Conte – è per noi una priorità, ma lo deve essere anche per lo Stato perché servono ingenti risorse. Dopo l’aggiudicazione dell’appalto, sono stati consegnati i lavori per la cassa di espansione di Caldogno, che aprirà la serie dei bacini di laminazione, capaci di contenere 33 milioni di metri cubi d’acqua su 810 ettari, tra cui quello in località Colombaretta”.

Per quanto riguarda gli altri bacini, in questi giorni sono stati presentati alla stessa Commissione VIA, per il parere di compatibilità ambientale, i progetti per l’invaso sul fiume Bacchiglione a monte di Viale Diaz del Comune di Vicenza, per il bacino sul torrente Tesina in località Marola nel comune di Torri di Quartesolo (Vicenza), per l’estensione del bacino esistente nei Comuni di Montorso Vicentino, Zermeghedo e Montebello Vicentino (Vicenza) a servizio del torrente Chiampo e anche quello per la realizzazione di un’opera d’invaso (cosiddetta “Anconetta”) sul fiume Agno-Guà-Santa Caterina nei Comuni di Sant’Urbano e Vighizzolo d’Este (Padova).

Condividi ora!