“Veneto: spettacoli di mistero” Il festival alla scoperta dei luoghi leggendari e misteriosi nel Veronese

di admin
“Veneto: Spettacoli di Mistero” è il Festival veneto dedicato ai luoghi leggendari e misteriosi della nostra regione. La manifestazione nasce con l'obiettivo di riscoprire le antiche credenze, i racconti popolari e le leggende, spesso provenienti direttamente dalla tradizione orale, legate al passato e alla storia del nostro territorio.

L’edizione 2013 del festival promuove un macro-cartellone di appuntamenti distribuiti in tutte le province venete, che si svolgeranno dal 19 ottobre al 1 dicembre, per un numero complessivo di oltre 200 eventi tra spettacoli teatrali, rievocazioni in costume e cene a tema, mostre di fotografie e disegno, proiezioni, concerti, escursioni, visite guidate, passeggiate a contatto con la natura e attività dedicate ai più piccoli. Gli eventi avranno luogo lungo le vie e nelle piazze di un centinaio di località venete che diventeranno in questo modo un grande palcoscenico sotto le stelle. Ma anche ville, castelli e antiche dimore saranno teatro di parte delle iniziative in programma.

Il cartellone scaligero del festival prevede 18 tappe che si svolgeranno dal 26 ottobre al 30 novembre in 14 Comuni del territorio cittadino e provinciale (Bevilacqua, Bovolone, Casaleone Castagnaro, Fumane, Garda, Isola della Scala, Monteforte d’Alpone, Molina, Marano di Valpolicella, Roverchiara, San Pietro in Cariano, Verona, Villa Bartolomea).
Ad inaugurare gli appuntamenti veronesi della rassegna sarà Castagnaro con la rappresentazione teatrale “I tre tesoretti scomparsi e la battaglia di Castagnaro”, sabato 26 ottobre. L’evento della notte di Ognissanti si svolgerà, invece, nel cuore di Verona con un doppio appuntamento: la presentazione dell’antologia sul vampiro al femminile “Carmilla e le altre” presso La Feltrinelli e il reading musicato “La memoria del grano” presso la Libreria Ninive. Tra i numerosi eventi, alcuni in particolare saranno dedicati alla rievocazione delle più antiche credenze popolari e paesane, come la visita guidata e il racconto delle antiche leggende riguardanti il Castello di Bevilacqua l’8 e il 30 novembre, il mistero dei fantasmi di Palazzo Rebotti di Isola della Scala il 9 e il 10 novembre e quello del battistero di Bovolone il 10 novembre, la rievocazione della leggenda relativa alla scomparsa del vello d’oro il 24 novembre a Casaleone e molti altri appuntamenti dedicati al ricco patrimonio di racconti popolari del territorio veronese. Non mancheranno momenti celebrativi di personaggi che hanno segnato la storia letteraria non solo veronese e veneta ma anche nazionale: in Piazza Arusnati, a San Pietro Cariano, il 24 novembre verrà messo in scena il “Misterioso viaggio di Emilio Salgari sulla Verona – Caprino” relativo ad alcune vicende accadute nella vita del celebre scrittore veronese nel 1889.

In occasione dell’edizione 2013 del festival “Veneto: spettacoli di mistero” si volgerà anche il 2° concorso fotografico “Scatta l’ora del mistero”, quest’anno dal titolo “Veneto: Spettacoli di Mistero 2013. Gli eventi della Rassegna: il mistero, i racconti, le location”. Per partecipare è necessario collegarsi al sito web ‘www.spettacolidimistero.it’ e caricare un massimo di quattro foto. La giuria del concorso selezionerà le tre foto più belle scattate durante uno degli eventi del “Veneto: Spettacoli di Mistero 2013”. Ai tre finalisti verranno consegnati premi in denaro del valore di 500 euro (1° classificato), 300 euro (2° classificato) e 200 euro (3° classificato). Anche il pubblico potrà votare la fotografia preferita, collegandosi direttamente al sito.

Regolamento del concorso e info sul festival: www.spettacolidimistero.it

Assessore – Ambrosini: “È un piacere presentare il cartellone veronese del più ampio progetto ‘Veneto: spettacoli di mistero’, il festival dedicato alla riscoperta delle tradizioni e delle credenze più nascoste e misteriose riguardanti il nostro territorio, tramandate fino ad oggi attraverso il vastissimo patrimonio di racconti appartenenti alla ricca tradizione popolare veneta. Si tratta di un inestimabile patrimonio culturale e identitario che deve essere conservato e diffuso anche alle nuove generazioni, per essere proiettati verso il futuro tenendo però sempre uno sguardo sul passato da cui proveniamo e sul quale si basa la nostra identità culturale. La Provincia di Verona promuove quindi con convinzione questo progetto di rete, che vede la singergica collaborazione di moltissime Pro loco di tutta la regione, esprimendo un sentito elogio soprattutto ai numerosi volontari che si adoperano con passione per renderne possibile la realizzazione e la migliore riuscita”.

Presidente Unpli Verona – Salvoro: “Il progetto ‘Veneto: spettacoli di Mistero’ intende coinvolgere tutta la Regione, per cinque settimane, in un cartellone che comprende racconti e rivisitazioni di storie leggendarie. Abbiamo deciso di ambientare i vari spettacoli – oltre che nelle piazze, ville, teatri – in canoniche e castelli, perché rappresentano al meglio realtà sconosciute e avvolte nel mistero. L’obiettivo è riscoprire gli aspetti più nascosti del nostro territorio, un’occasione per scavare nel passato e riesumare fatti che altrimenti andrebbero dimenticati. Ringrazio in modo particolare tutte le Pro loco, i consorzi e i volontari che, con la loro partecipazione e il loro aiuto, hanno reso possibile una manifestazione così complessa e vasta”.

Condividi ora!