Costruttivo lavoro dei “giovani” in Valpolicella. L’Associazione “Sovrano Ordine d’Ercole” di Negrar promuove incisivamente ”Olio d’oliva extra vergine” e territorio.

di admin
Sono “Giovani”, ma giovani, che meritano la “G” (grande), per la passione, la tenacia e le mete che si pongono, i quaranta di Negrar e delle zone viciniori. In breve tempo, guidati da Marco Gozzo, i Giovani di Negrar hanno costituito partendo dal nulla – e stanno ulteriormente costruendo – un’organizzazione, che merita attenzione e…

Non solo “Palio dell’Olio”, con relativo successo e risonanza, ma anche convegni di studio, miranti a fare cultura sui prodotti della Valpolicella e promuovere gli stessi. Importante è il tentativo, in tale quadro, di creare un’unione di produttori del succo dell’olivo per dare forza alla relativa produzione e alla necessaria commercializzazione, anche all’estero. Basta leggere il comunicato, che segue, per rendersi conto dello sforzo che i Giovani del Sovrano Ordine d’Ercole vanno facendo, per dare il meglio della visibilità alla propria terra, che, oltre a dare ottimi prodotti, gode anche una sua prestigiosa storia.

“La Valpolicella si racconta: territorio, persone, gusto – 1900/1940”
Raccontare la Valpolicella, attraverso il suo territorio, le sue persone e i gusti che essa dona ai suoi prodotti, è l’obiettivo che, in tre serate, l’Associazione Sovrano Ordine di Ercole, attraverso il suo evento anticipatore del ‘Palio dell’Olio’, ha deciso di allestire.
L’Associazione, divenuta da maggio di quest’anno ‘associazione di promozione sociale’, è formata da una quarantina di soci, è diretta da giovani ragazzi della Valpolicella, con lo scopo di promuovere le eccellenze agroalimentari locali, attraverso le sue persone e il suo territorio.
Da questo obiettivo nasce “La Valpolicella si racconta: territorio, persone, gusto”, evento ideato e realizzato dalle tre giovani consigliere dell’Associazione: Alessandra Guglielmi, Sara Benedetti e Alessia Fasoli.
“L’evento nasce dal cocetto che il prodotto, anche se tipico, è figlio del territorio, il quale dà le materie prime e il suo ambiente, e dalle persone che lo lavorano, che vi immettono tutta la propria esperienza e il proprio amore” – afferma Sara Benedetti.
“Ciò costituisce la prima tappa di un ciclo, che ogni hanno prendere come tema un decennio, allo scopo di andare a riscoprire come si è formata la nostra cultura culinaria, per capire come il gusto si è evoluto anche in conseguenza dei cambiamenti sociali e territoriali accaduti nel corso dei decenni”– continua Alessia Fasoli, che ricopre anche il ruolo di segretario dell’Associazione.
“Quest’anno inizieremo dalle origini, ovvero, dal primo dopoguerra, per porre in luce le basi di partenza di questo nostro percorso” – afferma Alessandra Guglielmi – segnalando che, “in ogni serata, vedrà trattato un tema specifico, ovvero: territorio, persone e gusto, dove relatori esperti andranno ad approfondire la tematica affrontata, e fare da guida negli assaggi di piatti relativi al tema e all’annata di riferimento. Non mancheranno , inoltre, piacevoli sorprese”.
“Ringraziamo i tre ristoranti che hanno deciso di aiutarci a costruire questo evento, che hanno accolto con molto entusiasmo la nostra idea: Il Ristorante Tesoro, il Ristorante Valpolicella e la Locanda ‘800” – conclude Sara Benedetti.
“Questo evento è per noi importante, perché racchiude tutta la filosofia della nostra Associazione. Vogliamo fare capire alla gente che le eccellenze agroalimentari portano una grande storia dietro di sé e, per questo, occorre indicare la giusta chiave di lettura, per saperle veramente apprezzare e goderle” – sottolinea Marco Gozzo, presidente dell’Associazione. “Il fatto che l’evento sia stato realizzato da giovani ragazzi – continua Gozzo – dice tanto di noi. Esso sarà il preludio della nostra manifestazione principe, il ‘Palio dell’Olio’, che quest’anno sarà in scena a Fumane”.
Le quote di partecipazioni della serata sono le seguenti: €30 per la partecipazione a una serata, €50 per due, €60 per tutte e tre le serate. La quota prevede anche l’iscrizione all’Associazione Sovrano Ordine di Ercole. Per chi è già scritto all’Associazione, vi saranno prezzi e posti speciali.

Dinanzi alla massima buona volontà, che traspare dalle parole riportate nel comunicato, di cui sopra, non c’è che da complimentarsi e da evidenziare a chiare lettere come la Valpolicella e Verona dispongano di Giovani – la cosa va ripetuta – che dedicando tutto di se stessi, lavorano fattivamente per lo sviluppo economico, ben sapendo che da esso dipende il benessere sociale. Ad meliora!
Pierantonio Braggio
Dr. Agr. Paolo Ugo Braggio

Condividi ora!