I BAMBINI DELLE SCUOLE PRIMARIE VENETE GUARDIANI DELLA NATURA. IL CANSIGLIO SI PREPARA AD OSPITARNE 250 PER UN WEEK END NEL BOSCO MAGICO

di admin
Circa 250 bambini delle classi 4ª e 5ª di scuole primarie di tutte le sette province del Veneto, con insegnanti e accompagnatori, trascorreranno il prossimo fine settimana in Cansiglio dove diventeranno in esperienza diretta “Guardiani della Natura”.

Con l’avventura “Un week end nel bosco magico”, prende infatti il via sabato 21 settembre prossimo, a Pian Cansiglio, il progetto “A scuola nei Parchi – Guardiani della Natura”, realizzato dalla Regione– Assessorato ai Parchi e Aree Protette, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e Veneto Agricoltura, che nei prossimi mesi coinvolgerà nella formazione di nuovi guardiani ambientali circa 8 mila alunni di 110 istituti scolastici del territorio veneto, per un totale di 191 plessi.
Al loro arrivo sull’altopiano dell’antico “Bosco da Reme” della Serenissima, prevista tra le 10 e le 10,30, i bambini che daranno il via a questo progetto – avventura saranno accolti da animatori/folletti e, dopo la sistemazione nelle tende dove trascorreranno la notte, incontreranno l’assessore ai parchi Franco Manzato, Toio De Savorgnani, ambientalista e “uomo del Cansiglio” di Veneto Agricoltura, e, direttamente da “Striscia la Notizia”, Edoardo Stoppa.
Nel pomeriggio i bambini andarnno a scoprire il bosco “sulle tracce della natura” e, al ritorno, parteciperanno ad attività di animazione e assisteranno a spettacoli. Alle 22, dopo il silenzio suonato dal “Corno Magico”, tutti a nanna nelle tende, per risvegliarsi domenica 22 settembre, sempre al suono del Corno Magico”, partecipare ad una dimostrazione della Protezione Civile (ANC) per la ricerca persone con l’impiego dei cani e ricevere infine il tesserino di “Guardiano della Natura”, con firma ufficiale sul Librone dei Guardiani. Nel pomeriggio ci sarà, per chi lo desidera, la possibilità di visitare il bellissimo orto botanico a circa 2 km dal camp, assieme ad una guida del centro Vallorch. Quindi il ritorno a casa.

Condividi ora!