IL 24 E 25 AGOSTO LA 6° EDIZIONE DELLA 24 ORE DEL DONATORE

di admin
Anche l’acqua fa buon sangue.

È stata presentata questa mattina presso i Palazzi Scaligeri della Provincia di Verona la 6° edizione della 24 Ore del donatore. Il 24 e 25 agosto i donatori di sangue di tutta Italia si daranno appuntamento presso le Terme di Giunone di Caldiero (VR) per l’evento finale dell’estate FIDAS (Federazione Italiana Associazioni Donatori Sangue).
Gli oltre 460 mila donatori FIDAS (dati 2012) hanno contribuito al raggiungimento del fabbisogno nazionale di sangue ed emocomponenti con oltre 425mila unità, assicurando la riuscita dei 9000 eventi trasfusionali quotidiani a favore dei cittadini del nostro Paese, “ma sono necessarie ulteriori iniziative per continuare a diffondere il messaggio della donazione, rivolto in particolare alle donne, ai giovani e ai nuovi italiani” come ha ricordato il presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris.
La 24 Ore del donatore è un appuntamento ormai consolidato per i donatori di sangue che si alterneranno in una staffetta a nuoto dalle ore 16.00 di sabato per concludersi alla stessa ora di domenica. Per ricordare che i donatori garantiscono incessantemente la disponibilità di sangue ed emocomponenti.
L’evento scaligero conclude la serie di iniziative estive della FIDAS nate per sensibilizzare al dono del sangue ed unite dal claim “anche l’acqua fa buon sangue”. Dopo aver abbracciato l’Italia con il FIDAS Coast to Coast e la VII Traversata della Solidarietà dello Stretto di Messina nel mese di luglio, i donatori FIDAS si daranno appuntamento a Caldiero con i volontari e con tutti coloro che hanno accettato di sostenere il messaggio.
Tre i testimonial dell’evento: l’uomo bandiera Stefano Scarpa, vincitore del programma Italia’s Got Talent 2012, l’attore-cantautore Luca Seta, già protagonista di 7vite e Un posto al sole e il campione Niccolò Maschi, medaglia d’oro nel nuoto di salvamento ai recenti mondiali di Calì in Colombia.
A presentare l’appuntamento Massimiliano Bonifacio, presidente della FIDAS Verona, Nicola Martelletto, organizer dell’evento, l’assessore della Provincia di Verona Marco Luciani, il presidente dell’azienda speciale Terme di Caldiero Marcello Lovato e lo stesso Niccolò Maschi.
“La 24 Ore del Donatore è un evento nato dai donatori scaligeri e divenuto un appuntamento nazionale per ricordare che i malati e i pazienti che ogni giorno hanno necessità di terapie trasfusionali non vanno in vacanza e c’è sempre bisogno di sangue, in particolare durante il periodo estivo – ha sottolineato Massimiliano Bonifacio, presidente della FIDAS Verona – in cui si registrano in molte regioni d’Italia difficoltà nel reperire emoderivati.”
Alla 24 Ore del donatore sono attesi nuotatori da tutta Italia con l’obiettivo di superare le presenze dell’edizione precedente: 265 partecipanti nel 2012 hanno percorso 2811,5 vasche per un totale di oltre 140 chilometri.

Condividi ora!