La Croazia è entrata nell’Unione Europea. Con tale evento, sono 28 i Paesi dell’Unione.

Era dal dicembre 2011 che Zagabria aveva firmato il trattato di adesione. Quanto all’introduzione dell’euro in Croazia, la cosa è tuttora in elaborazione, in quanto Zagabria sta ancora realizzando i criteri di convergenza, richiesti dall’Unione Europea. E’ certo, comunque, che al più presto l’euro circolerà anche in Croazia, al momento opportuno, scelto dal Consiglio Europeo. E’ un realtà, comunque, che la Hrvatska narodna banka abbia già sottoscritto la propria quota di partecipazione al patrimonio del Sistema Europeo delle Banche Centrali, per un ammontare di 64.354.667,03-€ (lo 0,5945% del totale globale sottoscritto dalle Banche Centrali già aderenti), avendone già versati 2.413.300,01, anche quale contributo ai costi d’esercizio della BCE.
In merito a tali importi, va detto che essi sono stati fissati (in passato) e lo saranno in futuro, in base al numero della popolazione e al volume del prodotto interno lordo del Paese aderente al Sistema. Per fare un esempio, l’Italia ha sottoscritto e versato il 12,4570%, pari a 1.348.471.130,66-€, la Germania il 18.7603%, pari a 2.030.803.801,28-€ e l’Austria l’1,9370%, pari a 209.680.386,94-€. Gli importi sottoscritti sinora dalle 28 Banche centrali ammontano a 10.825.007.069,61-€, mentre quelli versati, a costituzione del patrimonio della BCE, assommano a 7.653.244.410,99-€.

Condividi ora!