IL VENETO A SLOW FISH. MANZATO: UN ABBRACCIO ALLA CITTÀ DI GENOVA IN LUTTO

di admin
“E’ con grande tristezza che partecipiamo a quella che dovrebbe essere una festa, ospitata però in una città in lutto. Un abbraccio a Genova e ai suoi uomini del mare, con affetto e assoluta vicinanza”.

L’assessore alla pesca del Veneto esprime con queste parole il suo cordoglio e quello dei veneti per la tragedia avvenuta al porto, per le vittime, le famiglie e l’intera comunità genovese. “Il caso ha voluto che sia presente nel capoluogo ligure una rappresentanza della nostra regione, per proporre i prodotti del nostro Adriatico a Sloow Fish, la manifestazione dedicata alla pesca sostenibile e alla cultura gastronomica legata alle nostre produzioni ittiche, ospitata fino a domenica al Porto antico di Genova. In questa mesta circostanza la nostra gente è dunque anche fisicamente vicina ai genovesi, colpiti dalla tragedia”.
La partecipazione del Veneto a Slow Fisch nasce da una sostanziale condivisione dello spirito che anima la rassegna: “abbiamo un mare ricco di bontà che dobbiamo rispettare, difendendolo, coltivandolo e non predandolo, diffondendo tra la gente il piacere di consumare prodotti ittici a km zero, in un mercato dove una quota tra il 70 e l’80 per cento del venduto è di provenienza estera”. A Genova la pesca e i sapori del Veneto sono presenti con il supporto della cooperativa fra pescatori del Garda, la Confraternita dell’Incrocio Manzoni e la scuola professione istituto alberghiero “Lepido Rocco” di Motta di Livenza. I prodotti ittici sono forniti gratuitamente da Organizzazione di Produttori Fasolari , Cogevo di Chioggia e Venezia , ditta Finpesca e pescatori di Pila.
“Gastronomia e pesca si integrano in una filiera che può esprimere ancora notevoli margini di sviluppo – ha ricordato Manzato – se adeguatamente supportata anche attraverso una funzione di promozione. Questo è particolarmente importante per il comparto ittico professionale del Veneto che, pur in un periodo di crisi, può trovare in questo binomio una risorsa economica di notevole importanza per le comunità rivierasche, ma anche la fonte principale per sostenere e valorizzare una tradizione gastronomica regionale che trova proprio nel pesce le sue proposte di eccellenza”.

Condividi ora!