PESCA. A CAORLE PRIMO INCONTRO NAZIONALE DEI GRUPPI DI AZIONE COSTIERA

di admin
Il futuro prossimo della pesca italiana e i finanziamenti comunitari per lo sviluppo sostenibile e il miglioramento della qualità della vita nelle aree costiere, saranno al centro del primo incontro nazionale tra i GAC, i Gruppi di Azione Costiera frutto di partenariato pubblico – privato previsti dalla normativa europea, in programma a Caorle, in provincia…

I GAC, costituiti da rappresentanti del settore della pesca, enti pubblici ed esponenti di altri settori locali di rilievo in ambito socioeconomico e ambientale, sono organismi il cui obiettivo è promuovere un rafforzamento strategico della filiera ittica a livello locale nelle aree costiere dipendenti dalla pesca, mediante l’attuazione di Piani di Sviluppo Locale cofinanziati dall’UE. In Italia ne sono stati costituiti 37, che interessano tutte le Regioni che si affacciano sul mare.
Quello di Caorle è il primo appuntamento che vedrà la presenza di tutti i GAC nazionali ed è organizzato dalla Regione del Veneto per il tramite del Gruppo d’Azione Costiera Veneziano “VeGAC”, in collaborazione con la Direzione Generale della Pesca Marittima e Acquacoltura del Ministero Politiche Agricole, anche come occasione di incontro e di confronto con i rappresentanti delle Istituzioni Europee, Nazionali e Regionali e per definire indicazioni operative e soluzioni pratiche che aiuteranno a fronteggiare la “doppia sfida” che attende il settore nei prossimi mesi: ottenere i migliori risultati dall’attuazione dell’Asse IV edel Fondo Europeo per la Pesca e, allo stesso tempo, promuovere la cooperazione nazionale e transnazionale tra le zone di pesca.
I lavori, che si svolgeranno nel Centro Civico di Caorle, in Piazza Vescovado, inizieranno nella mattina di lunedì 3 alle 9,30 con gli interventi dell’assessore alla pesca del Veneto Franco Manzato (coordinatore pro tempore del Distretto di Pesca Alto Adriatico) e dei tecnici della DG Mare della Commissione Europea sui risultati del periodo di programmazione in scadenza e i risultati per quello prossimo 2014-2020. Nel pomeriggio si procederà con due laboratori: gestione dei Piani di Sviluppo Locale ; diversificazione, integrazione tra settori e competitività. Nella mattinata di martedì 4 dicembre, il confronto riguarderà il Sistema Informativo della pesca e dell’Acquacoltura; l’attuazione in Italia dell’Asse IV; le buone prassi per l’attuazione dei PSL; le conclusioni operative del confronto.

Condividi ora!