“IO SONO LI” VINCE IL PREMIO LUX DEL PARLAMENTO EUROPEO. PRESIDENTE VENETO LUCA ZAIA

di admin
“Congratulazioni al regista Andrea Segre ed un ringraziamento all’europarlamentare Lorenzo Fontana della Commissione cultura del Parlamento europeo ed a tutti quelli che a Venezia ed in Europa hanno lavorato per ottenere questo importante riconoscimento”.

Con queste parole il Governatore Luca Zaia ha commentato l’assegnazione al lungometraggio “Io sono Li” di Andrea Segre, regista classe 1976 di Dolo, del Premio cinematografico “Lux”, assegnato dal Parlamento Europeo. Il film, prodotto dalla Jole film di Padova, è stato finanziato con il contributo della Regione del Veneto nel 2010.
“E’ un risultato – ha aggiunto Zaia – che premia il Veneto due volte: perché celebra in Europa il talento dei nostri artisti e perché conferma ancora una volta la lungimiranza e l’attenzione della Regione nell’utilizzo dei fondi pubblici destinati alle produzioni artistiche. Il tema trattato dal film, quello dell’integrazione delle comunità straniere, in particolare di quella cinese, è difficile e delicato e va affrontato non solo sul piano della legalità e dell’accoglienza, ma anche sul piano della produzione culturale. Il Premio Lux è una conferma della qualità di questo nostro lavoro e colgo l’occasione per ricordare che il Veneto è la prima regione d’Italia per immigrazione legale”.
Il premio LUX, istituito nel 2007, viene assegnato ogni anno dal Parlamento Europeo ai prodotti cinematografici che riflettono la ricchezza e diversità delle culture europee e l’eccellenza creativa del cinema del continente. I film selezionati nell’ambito di questa rassegna sono quelli che, meglio di altri, sono capaci di andare al cuore del dibattito pubblico europeo esplorando ed interrogandosi sui valori europei condivisi, di misurare il sostegno dato al progetto di costruzione dell’Europa unita e di guardare ai “problemi transfrontalieri” come immigrazione, giustizia, solidarietà, libertà e diritti fondamentali.
L’aver vinto il premio LUX consentirà di sottotitolare “Io sono Li” in tutte le ventitré lingue ufficiali dell’Unione Europea e di produrne una copia in pellicola per ogni Stato membro.

Condividi ora!