Gp Sportivi di Poggiana: tolti i veli alla 37^ edizione!

di admin
Inserito nel finale di gara il passaggio ad Asolo; Moser "Per vincere bisogna rischiare"

Una fresca e piacevole sera di mezza estate, immersa nel verde della Marca Trevigiana, è stata la cornice ideale per la serata di presentazione della 37^ edizione del GP Sportivi di Poggiana, in programma Domenica 12 agosto. Un vernissage elegante e gioviale tenutosi al “Rustico” di Loria, durante il quale patron Giampietro Bonin, presidente dell’associazione Asolo Bike Poggiana, ha tolto i veli alla classica trevigiana di caratura internazionale, che metterà in palio tra poco meno di un mese anche il 2° Trofeo Pasta Zara ed il 37° Trofeo Bonin costruzioni.

Proprio il regista dell’organizzazione, Giampietro Bonin, ha fatto gli onori di casa davanti ad un numeroso pubblico di addetti ai lavori, appassionati e qualche star. Doverosi i ringraziamenti per chi ha reso possibile arrivare a spegnere le 37 candeline del Gp Sportivi di Poggiana: “Il 2012 non è un anno facile” – ha sottolineato il presidente dell’Asolo Bike Poggiana – “Ma nonostante la crisi siamo riusciti ad organizzare questa importante e prestigiosa manifestazione ciclistica. Devo ringraziare per questo tutti i miei collaboratori, e fare un plauso particolare a tutti gli sponsor che ci hanno appoggiato rendendo possibile tutto ciò”.

A far eco agli organizzatori della corsa ciclistica, molti membri della federazione ciclistica italiana, intervenuti al battesimo della gara internazionale di Poggiana, come il consigliere nazionale Gian Pietro Forcolin, Ivano Corbanese presidente provinciale della federazione ciclistica di Treviso, ed il presidente regionale veneto della FCI Bruno Capuzzo. I rappresentanti della federazione hanno rinnovato l’appoggio della FCI alla manifestazione, complimentandosi per l’eccellente lavoro svolto in cabina di regia e dagli sponsor, e definendo il GP Sportivi di Poggiana “una festa di ciclismo”. Numerose e partecipi anche le istituzioni intervenute durante la serata di gala. A sottolineare il lavoro degli organizzatori, la generosità degli sponsor, e l’importanza della corsa per il territorio della Marca Trevigiana, sono intervenuti l’assessore allo sport di Riese Pio X Battista Cirotto ed il sindaco Gianluigi Contarin: “L’associazione Asolo Bike ha dimostrato ancora una volta tutte le proprie capacità organizzative” – ha dichiarato il primo cittadino di Riese Pio X – “Il GP Sportivi di Poggiana è un evento sportivo che di anno in anno valorizza e rappresenta il nostro territorio, sottolineando come Riese Pio X sia un comune di grande sport e devoto al ciclismo”.

I doverosi ringraziamenti hanno poi lasciato il posto al saluto delle tante star del mondo del pedale che sono intervenute durante la serata. Dagli atleti professionisti Marco Bandiera (Omega-Quickstep) ed Enrico Battaglin (Colnago-CSF), passando per la promessa del ciclismo femminile Viviana Gatto (Fassa Bortolo-Servetto) fino alle due rappresentanti lituane della squadra femminile Diadora-Pasta Zara-Manhattan: Inga Cilvinaite e Agne Slivinyte. La guess star della serata è stata però senza dubbio Francesco Moser, vera e propria leggenda del ciclismo italiano, atleta più titolato con in bacheca tra i tanti trofei anche il Giro d’Italia 1984 conquistato nella mitologica cronometro di Verona e di tre Parigi-Roubaix. Il trentino si è emozionato ripercorrendo la propria strepitosa carriera grazie ad un filmato proiettato durante la serata, per poi lasciarsi andare a racconti ed aneddoti assieme all’ex compagno di squadra Dorino Vanzo, originario di Riese Pio X.

Il palco tra premiazioni e omaggi, ha poi visto Giampietro Bonin presentare la propria creatura. Al via della manifestazione ci saranno più di 200 atleti iscritti, con al via le più prestigiose e rappresentative squadre a livello nazionale, con l’aggiunta di sei nazionali con la novità della formazione a stelle e strisce. Novità anche per quanto riguarda il percorso della 37^ edizione del GP Sportivi di Poggiana, con 178,400 km ancora più selettivi e predisposti per lo spettacolo del grande ciclismo. Partenza come da tradizione posta a Poggiana, dove il gruppo partirà verso le 13:30. I quattro giri del circuito locale di 12,100 km serviranno poi al plotone per scaldare i motori in vista delle scalate successive. Ci penserà poi il trasferimento verso la prima ascesa al GPM di Forcella Mostacin, storica vetta del Gp di Poggiana, ad accendere le micce della bagarre. Dallo scollinamento, terminata una breve ma insidiosa discesa, i superstiti della prima scrematura si daranno battaglia sul circuito di Monfumo: 14,500 km da ripetere per quattro tornate, tra violenti strappi e sinuose discese.

Al termine dell’ultimo giro i migliori di giornata daranno vita alla sfida finale sull’ultima ascesa al GPM di Forcella Mostacin: a questo punto, il Gp di Poggiana imboccherà la variante 2012 per un lussuoso e patinato passaggio per il centro storico di Asolo. Da qui sarà tutta discesa verso Riese Pio X, per raggiungere Poggiana e completare l’ultimo anello pianeggiante che incoronerà il nuovo Re della Marca Trevigiana, al termine di 178,400 km al cardiopalma.

L’esigenza e la selezione che imporrà il percorso della 37^ edizione non sono però una novità per Poggiana. Qui hanno vinto in passato Fondriest, Lanfranchi, Frigo, Tiralongo, Paolini, Popovych, Kolobnev, Mori, Cattaneo e Rowe. Corridori di talento, emersi anche nella corsa della Marca Trevigiana, che nel 1991 vide anche il secondo posto del Pirata Marco Pantani. Il 12 agosto serviranno i tre ingredienti che in sella ad una bicicletta fanno la differenza: testa, cuore e gambe. E anche un po’ di sana follia, come ha ricordato la leggenda Moser: “Spesso se vuoi vincere una corsa, devi rischiare di perderla”. Probabilmente sarà così anche alla 37^ edizione del Gp Sportivi di Poggiana, la regina delle classiche della Marca Trevigiana, fucina di grandi talenti…

Condividi ora!