Storie a pancia piena.

di admin
Rassegna teatrale nel Teatrostalla di Passo Fittanze, tra pane, salame e vino.

Domenica 15 luglio prende il via la seconda edizione di “Storie a pancia piena”, una iniziativa pensata per i veronesi e non che amano coniugare il piacere di un’escursione sui prati della Lessinia con il diletto di uno spettacolo teatrale.

Il Teatro Impiria di Andrea Castelletti, in collaborazione con il Rifugio Malga Valbella, dopo il successo dello scorso anno, propone anche per questa estate una serie di sei spettacoli teatrali in un posto speciale e seducente quale è una vecchia stalla tra i prati sopra Passo Fittanze, dalle parti di Erbezzo e precisamente in Località Valbella. La stalla, in tipico stile cimbro, è stata ripulita e restaurata nonchè dotata di palcoscenico, mentre le panche per il pubblico non sono altro che balle di paglia. In questo luogo incomparabile vengono presentati spettacoli piccoli ma preziosi, storie da ascoltare tra un panino al salame ed un bicchiere di vino, distribuiti gratuitamente al pubblico all’ingresso prima dello spettacolo.

Il primo appuntamento è domenica 15 luglio con Massimo Totola e Guido Ruzzenenti che presentano il loro nuovo spettacolo “Io rifiuto”, un testo brillante o molto originale di Gaetano Miglioranzi che farà ridere e riflettere sul tema dei rifiuti e dell’ambiente. Domenica successiva, il 22 luglio, va in scena il Teatro Impiria con “Il ragazzino e la bicicletta”, una commedia che ha il sapore di una favola contemporanea, poetica e reale. L’ultima domenica di luglio, il 29, “Donna Lombarda” uno spettacolo teatral-musicale con Mauro Dal Fior accompagnato dalla voce di Giluliana Bergamaschi con Alfredo Nicoletti alla chitarra e Paola Zannoni al violoncello, in un viaggio all’indietro nel tempo alla riscoperta del canto popolare veronese. In agosto avremo domenica 5 ancora il Teatro Impiria con Massimo Totola e Guido Ruzzenenti ed il loro “Il cielo la su”, una commedia densa di poesia, tragica, comica, grottesca, che punta dritto al cuore. La domenica successiva, il 12 agosto, si rievoca quel fatidico maggio del ’73 con “Verona Milan Cinque a Tre” un testo di Diego Alverà portato in scena da Andrea de Manincor che ripercorre non solo quella partita storica ma anche la storia di quel periodo. Chiude la rassegna David Conati con il suo monologo “Veronesi”, che canta e decanta la natura della nostra gente, un po’ introversa anche se a guardar bene, sotto la dura scorza del montanaro, del pescatore del lago o del contadino, pulsa una leggera vena di follia.

Tutti gli spettacoli hanno inizio alle ore 16.30, orario ideale per entrare nel teatrostalla anziché infilarsi nelle code chilometriche delle auto che scendono in città. Prima e dopo lo spettacolo è possibile pasteggiare presso il Rifugio Malga Valbella (tel. 349 3618702, la cui specialità sono ovviamente gli gnocchi di malga, piatto tipico della Lessinia.

Per informazioni e prenotazioni: 3405926978, info@teatroimpiria.net, www.teatroimpiria.net.

Condividi ora!