POLIZIA MUNICIPALE: CONTROLLI A NUOVE TARGHE SCOOTER

di admin
Due le violazioni alle nuove norme sulla circolazione dei ciclomotori, che prevedono l’obbligo della nuova targa quadrata a sei caratteri alfanumerici, accertate questa mattina dalla Polizia municipale durante controlli in zona San Giorgio e via Scrimiari. Per entrambi i conducenti degli scooter è scattata la sanzione minima di 519,67 euro.

 Le modifiche al Codice della strada introdotte nell’estate 2010 hanno portato, attraverso scadenze predeterminate, alla completa sostituzione delle vecchie targhe esagonali con le nuove targhe quadrate. Con le nuove norme, targa e certificato di circolazione nominativo sono associati ad uno specifico ciclomotore e consentono di individuarne in modo più immediato il proprietario. Da oggi quindi tutti gli scooter in circolazione, a due o più ruote, vecchi o nuovi, devono circolare con la nuova targa e i nuovi documenti rilasciati dalla Motorizzazione. Sempre alla Motorizzazione il proprietario dovrà comunicare la vendita di un ciclomotore e il nominativo del nuovo proprietario. In caso di smarrimento, distruzione o furto della targa e del certificato di circolazione, il proprietario deve presentare denuncia entro 48 ore agli organi di polizia e, entro i successivi tre giorni, chiedere il duplicato alla Motorizzazione. Non è consentito circolare con targhe fatte in casa che riportano i dati della vecchia targa smarrita o con targhe di altri ciclomotori. A seconda dei singoli aspetti, le sanzioni previste variano da 72 a quasi 7.000 euro. La sanzione prevista per chi non ha la nuova targa va da 389 a 1.559 euro e, per chi decide di pagare in misura ridotta entro 60 giorni dall’accertamento, è stata determinata in 519,67 euro.    

Condividi ora!