PASSALACQUA: CONVENZIONE TRA COMUNE, UNIVERSITA’ E AMT

di admin
Il Comune di Verona ha messo a disposizione dell’Università 43 posti auto ricavati nell’area occupata dal cantiere per la riqualificazione dell’ ex Caserma Passalacqua, confinante con l’area di sosta gestita da Amt.

Il nuovo parcheggio è dotato di illuminazione, segnaletica verticale e orizzontale, di un aggiornato sistema software di controllo accessi e di telecamere per la sicurezza dell’area. I posti sono a disposizione dell’Università dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 20.30; nei rimanenti periodi sono a servizio dei cittadini e soggetti a tariffazione come da regolamento del parcheggio. La convenzione firmata tra Comune, Università e Amt è stata presentata oggi a Palazzo Barbieri dal vicesindaco con delega all’Urbanistica Vito Giacino, insieme al Pro Rettore Bettina Campedelli e al presidente di Amt Germano Zanella. Erano presenti i consiglieri comunali Giorgio Gugole e Marco Comencini e il consigliere di amministrazione di Amt Giuseppe Canestrari. “Grazie alla disponibilità dei privati costruttori a rinunciare ad una parte di cantiere – spiega il vicesindaco – l’Università avrà a disposizione ulteriori 43 posti auto all’interno del parcheggio Passalacqua. Un’operazione – aggiunge Giacino – che va incontro alle esigenze di quanti lavorano nella zona di Veronetta e alla necessità di parcheggi del quartiere. Il progetto di riqualificazione procede secondo i tempi – aggiunge Giacino – e questo anche grazie alla sinergia tra i vari enti, l’Università che sin dall’inizio ha sposato il programma di riqualificazione, e la Soprintendenza, che segue costantemente il progetto in tutto il suo evolversi, con prescrizioni e interventi migliorativi in corso d’opera”. Giacino ha annunciato entro il mese di aprile l’inaugurazione dei primi 25 mila metri quadrati di verde all’interno dei 180 mila complessivi che andranno a formare il più grande parco della città. “Ringrazio il Comune e Amt per la disponibilità dimostrata – afferma il Pro Rettore Campedelli – questi ulteriori 43 posti auto che l’Università mette a disposizione dei dipendenti sono una risposta ad un bisogno effettivo dell’Ateneo, visto che la maggior parte dei suoi 1500 dipendenti lavorano a Veronetta”. “Non è la prima iniziativa che vede la collaborazione tra Comune e Università” aggiunge Zanella , che ricorda “la messa in sicurezza degli stalli di via Bassetti, ora a disposizione degli studenti Esu a prezzo agevolato; con questo accordo – conclude Zanella – cerchiamo di dare una risposta alle difficoltà createsi con la chiusura del parcheggio ‘Santa Marta’ e l’eliminazione degli abbonamenti alla Passalacqua

Condividi ora!