Accordi di Pianificazione urbanistica per la stesura del Pat

di admin
La Provincia sottoscrive con i Comuni di Badia Calavena e Selva di Progno.

Oggi,  nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, l’assessore alla Pianificazione e programmazione territoriale Samuele Campedelli ha firmato gli Accordi di Pianificazione con i Comuni di Badia Calavena e Selva di Progno, per la predisposizione del P.A.T. .
Erano presenti: Ermanno Anselmi, sindaco di Badia Calavena; Aldo Gugole, sindaco di Selva di Progno.
Si rafforza tra i comuni la scelta di copianificare il proprio territorio in accordo con la Provincia di Verona e la Regione del Veneto: i comuni di Badia Calavena e Selva di Progno hanno confermato la loro decisione oggi nella sede della Provincia.
La scelta di redigere il Piano di Assetto del Territorio dimostra il coraggio degli amministratori locali, motivati ad assumersi la responsabilità diretta delle scelte necessarie allo sviluppo del proprio territorio, al fine di poter dare in futuro risposte tempestive alle richieste dei cittadini e degli imprenditori.
Con l’approvazione del nuovo strumento urbanistico tutti gli atti necessari ad approvare il nuovo Piano Regolatore, che si chiamerà Piano degli Interventi, saranno approvati direttamente dal Consiglio Comunale, pertanto non sarà più necessario attendere i lunghi tempi burocratici come avveniva in passato. Di fatto il Piano di Assetto del Territorio rappresenta una delle cosiddette ‘riforme strutturali’ necessarie per favorire la competitività del sistema economico locale. Il Piano consentirà inoltre di guidare l’iniziativa privata nella stesura di accordi per il finanziamento e la realizzazione di opere pubbliche.
Assessore Campedelli: “La Provincia svolge un ruolo attivo di coordinamento fra interessi diversi. La copianificazione che oggi abbiamo firmato con i Comuni di Selva di Progno e Badia Calavena dimostra come con il Piano d’assetto territoriale svolgiamo una azione di supporto e affiancamento. Lo scopo di questo lavoro intercomunale è di attuare un piano ottimale, senza causare disturbi ai territori limitrofi. L’augurio che faccio a tutti è di riuscire a preservare integro l’assetto paesaggistico che è uno dei nostri punti di forza, ma anche di puntare molto sullo sviluppo che la montagna veronese si merita. I paesi che un tempo venivano considerati disagiati oggi hanno un grande potenziale da sviluppare nel settore del turismo slow”.
Sindaco Gugole: “L’accordo con il Comune di Badia Calavena è stato immediato grazie agli interessi territoriali che ci uniscono, inoltre da oggi potremo contare sulla preziosa collaborazione della Provincia. Al momento ciò che ci preme maggiormente è frenare lo spopolamento dei giovani che, per motivi di lavoro, si spostano sempre più spesso in altre zone. A questo scopo, una delle iniziative su cui puntiamo è garantire aiuti e incentivi ai nostri ragazzi che decidono di rimanere a Selva di Progno per dedicarsi a piccoli allevamenti o a coltivazioni a chilometri zero”.
Sindaco Anselmi: “Sono orgoglioso della sinergia che si è creata tra i due Comuni e la Provincia: questo patto è il primo atto di un’amicizia territoriale, per offrire ai nostri cittadini una qualità di vita superiore. Abbiamo il dovere di preservare le bellezze che le nostre montagne ci offrono e di valorizzarle. Prima di tutto è necessario dunque compiere una pulizia territoriale e solo in seguito definire una destinazione precisa per le diverse aree disponibili”.

Condividi ora!