Presentato “Festival delle ville Venete”

di admin
La città di Verona ha ospitato questa mattina, nella Sala Boggian di Castelvecchio, la presentazione del 4^ “Festival delle Ville Venete”, in programma dal 17 al 23 ottobre e promosso dall’Istituto Regionale Ville Venete con il patrocinio della Regione Veneto.

La città di Verona ha ospitato questa mattina, nella Sala Boggian di Castelvecchio, la presentazione del 4^ “Festival delle Ville Venete”, in programma dal 17 al 23 ottobre e promosso dall’Istituto Regionale Ville Venete con il patrocinio della Regione Veneto. Alla conferenza stampa ha partecipato l’assessore alla Cultura Erminia Perbellini. Presenti la direttrice dei Musei civici Paola Marini, la presidente del IRVV Giuliana Fontanella e i consiglieri d’amministrazione Giampi Zanatta, Franco Dusi, Nazareno Leonardi, Mariella Mazzetto. “Verona è lieta e onorata di presentare questo importante festival – afferma l’assessore Perbellini – le cui finalità vanno nella direzione di far conoscere e valorizzare lo straordinario patrimonio culturale e architettonico rappresentato dal sistema delle Ville Venete. Oggi più che mai – aggiunge l’assessore – il circuito delle ville e dei palazzi di valore storico, di cui anche il territorio veronese è molto ricco, può diventare un interessante strumento di promozione turistica, con ricadute positive sul sistema economico regionale”. Il festival si articola in sette giornate di convegni, incontri e approfondimenti sul tema “Un’esperienza di rete nella valorizzazione del patrimonio culturale”, che si svolgeranno in diverse ville e palazzi del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. Obiettivo del festival è incentivare nuove progettualità a tutti i livelli, promuovere l’integrazione tra le istituzioni e favorire le esperienze “di rete”. La rassegna di appuntamenti si concluderà domenica 23 ottobre a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta con l’iniziativa “Villa aperta a tutti, per una valorizzazione accessibile”, con la presentazione di iniziative di ‘accessibilità’ per tutti del patrimonio culturale, l’apertura al pubblico della villa e del parco e degustazione di prodotti tipico.

Condividi ora!