“Patto per la sicurezza del Lago di Garda”

di admin
Firmato oggi il rinnovo del documento con la presenza del ministro Maroni.

Oggi, a Villa Alba di Gardone Riviera (Brescia), il vicepresidente della Provincia Fabio Venturi ha sottoscritto il rinnovo del “Patto per la sicurezza del Lago di Garda”.
Ad illustrare i contenuti del Patto e le motivazioni del rinnovo fino al 2013 è stato il Ministro dell’Interno, onorevole Roberto Maroni.
Alla sottoscrizione hanno partecipato il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia; i presidenti della Provincia di Brescia Daniele Molgora e della Provincia di Trento Lorenzo Dallai; i sindaci dei Comuni gardesani.
Erano presenti inoltre i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, i Prefetti, l’assessore alla Sicurezza della Provincia di Verona Giovanni Codognola e il comandante della Polizia Provinciale Anna Maggio.
Il Patto biennale prevede il coordinamento da parte delle Prefetture del Garda di tutti gli interventi delle Forze dell’Ordine per garantire la sicurezza dei turisti e dei residenti.
Vicepresidente Venturi: “I dati del biennio appena concluso sono incoraggianti, ne basta uno su tutti: i reati sono dimezzati. E’ per questo che la sottoscrizione di oggi rappresenta un atto importante per mantenere in vita uno strumento efficace nella prevenzione e nella repressione. Ma il Patto per il Garda è riuscito a fare anche di più, è riuscito a trasmettere la percezione di sicurezza ai cittadini che vedono il loro territorio costantemente sorvegliato dagli agenti. Infatti, va riconosciuta la capacità della Prefettura di Verona di aver coordinato perfettamente gli interventi, assicurando copertura continua. Per garantire sicurezza non servono solo più uomini, la razionalizzazione a volte funziona anche meglio. Voglio, infine, ricordare il ruolo concreto svolto dalla Provincia di Verona che ha appena stanziato i fondi necessari alla manutenzione dei natanti in uso alla squadra nautica della Polizia. I Comuni della sponda veronese, invece, hanno finanziato l’acquisto di alcune moto d’acqua”.  

Condividi ora!