“Invasione” pacifica di 140 cavalli per il FEI Garda Ambassador Endurance Master Open

di admin
Il gran giorno della FEI Garda Ambassador Endurance Master Open bussa alle porte.

Domani mattina, dalle 5 in poi, le strade e i sentieri intorno al Garda verranno pacificamente “invasi” dai 140 cavalli di quella che si candida a essere la gara dei record. Quattro le categorie nelle quali si cimenteranno i cavalli e i cavalieri che si sono dati appuntamento a Parco Giardino Sigurtà per l’evento sportivo di punta di Garda Endurance Lifestyle: la CEI 3* di 160 chilometri che partirà alle 5, la CEI 2* open di 123,2 chilometri che partirà alle 6, la CEIYJ di 123,2 young riders che scatterà alle 6,30 e la CEI 1* di 98,6 la cui partenza verrà data alle 6,30.
La gara,  con l’obiettivo prioritario di preservare e tutelare la salute e il benessere dei cavalli, è stata strutturata in sei fasi – ognuna contraddistinta da fiocchi colorati lungo il percorso – rispettivamente di 38.1 (giallo), 28.1 (verde), 32.4 (blu), 26.4 (rosso), 18.4 (arancio) e 17.3 (bianco) chilometri. Al termine di ogni giro, i cavalli effettueranno una sosta al cancello veterinario e una commissione internazionale farà ripartire solo i soggetti che avranno tutti i parametri fisici (cardiaci e fisiologici) in ordine. La 160 chilometri correrà su tutte e 6 le fasi, le due 123.2 km le prime quattro e la 98.6 km le prime tre.
I cancelli veterinari saranno due: il principale è a Parco Giardino Sigurtà, un secondo è alla Spiaggia d’Oro di Desenzano dove verranno effettuati le prime due soste.
Sarà un percorso per specialisti, come conferma il gran numero di iscrizioni fra le quali spicca senza ombra di dubbio quella della campionessa del mondo e campionessa europea in carica Maria Alvarez Ponton. Grande l’afflusso di cavalieri stranieri, in rappresentanza di tre continenti e ben dieci nazioni. Grande attenzione, anche in funzione della vittoria finale, andrà fatta allo squadrone degli Emirati Arabi Uniti, guidato in riva al Garda da Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum (vice presidente e primo ministro degli Emirati Arabi Uniti nonché governatore di Dubai) e composto da 19 cavalieri, di cui ben 8 sceicchi.
L´appuntamento gardesano si annuncia dunque come un campionato del mondo, tanto più in considerazione dell´ulteriore appeal che è stato garantito al FEI Garda Ambassador Endurance Master Open dal suo inserimento nel circuito internazionale Meydan Endurance Challenge e dai punti che verranno messi in palio per la classifica dei dieci migliori cavalieri che verranno invitati alla HH Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum Endurance Cup 2012.
ELEGANZA E MONDANITA’ ALLA SERATA DI GALA
DI GARDA ENDURANCE LIFESTYLE
A fare da degna anteprima al FEI Garda Ambassador Endurance Master Open di domani, ieri sera s’è svolta a Parco Giardino Sigurtà la cena di gala di Garda Endurance Lifestyle, un evento nell’evento che all’insegna della mondanità ha visto darsi appuntamento all’interno dell’elegante tensostruttura allestita al Villaggio internazionale ben 700 invitati. A fare gli onori di casa il chairman di Garda Endurance Lifestyle, Aldo Brancher, che ha accolto gli ospiti manifestando loro il grande orgoglio del comitato organizzatore per il veder realizzati gli ambiziosi obiettivi di “Lagodigarda tutto l’anno”, il consorzio di quasi trenta Comuni che si sono uniti per promuovere il Lago all’insegna degli eventi di qualità.
Momento clou della serata, resa ancor più esaltante da una sfilata di purosangue arabi fra i tavoli degli invitati e dalla presenza di eleganti modelle impreziosite dai gioielli Damiani, è stata la presenza del ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani e dal ministro per l’Economia degli Emirati Arabi Uniti, Sultan bin Saeed Al Mansouri, che hanno rinnovato e ulteriormente consolidato le sinergie di ordine economico esistenti fra i due Paesi.
A suggellare il “patto” il dono che è stato fatto ai due ministri dall’artista dell’evento, Federico Ferrarini, che ha loro donato “Passion explosion”, un’opera pittorica divisa in due parti, ognuna delle quali è stata consegnata ai due esponenti del governo italiano ed emiratino.

Condividi ora!