Undicesima edizione premio Giorgio Totola

di admin
Dal 30 aprile al 28 maggio al Camploy.

Si terrà al Teatro Camploy dal 30 aprile al 28 maggio, con inizio alle ore 20.45, l’undicesima edizione del Premio Giorgio Totola festival teatrale nazionale, promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Verona, in ricordo dell’attore e regista veronese scomparso nel 1987. La rassegna, che gode del patrocinio dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro, è stata presentata questa mattina dall’assessore alla cultura Erminia Perbellini insieme a Lina Totola, vedova dell’attore, e ai componenti della giuria Giuseppe Liotta, docente di Storia dello spettacolo all’Università di Bologna, Mario Guidorizzi, critico cinematografico e docente di Storia del Cinema all’Università di Verona, Nicola Pasqualicchio, docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo all’Università di Verona. “Iniziativa di prestigio del Comune di Verona, che rappresenta una delle principali manifestazioni del teatro amatoriale italiano – spiega l’assessore Perbellini – grazie alla partecipazione delle migliori compagnie amatoriali provenienti da tutte le regioni d’Italia, con la proposta di lavori teatrali particolari ed innovativi”. Anche quest’anno, in collaborazione con l’Università di Verona, Dipartimento di Linguistica, Lettere e Scienze della Comunicazione, sarà al lavoro la giuria giovani, aperta a tutti gli studenti dell’Ateneo veronese. Cinque gli spettacoli in gara più uno fuori concorso. Il programma prevede: sabato 30 aprile, apertura del Festival con lo spettacolo “Il diavolo con le zinne” presentato dalla compagnia “Il teatro dei picari” di Macerata, per la regia di Francesco Facciolli. Altri appuntamenti: sabato 7 maggio, “Sognavamo di vivere nell’assoluto”, di Raffaello Canteri e regia di Andrea Castelletti, interpretato dalla compagnia “Teatro Impiria” di Verona; venerdì 13 maggio, “Il canto del cigno” di Luigi Lunari con la regia di Riccardo Perraro, con la compagnia “La Ringhiera” di Vicenza;  sabato 14 maggio, “La vita non è un film di Doris Day” di Mino Bellei, regia di Claudio Bellanti con la compagnia da Perugia “Il Castellaccio”; sabato 21 maggio, “Foibe Rosse – vita di Norma Cossetto uccisa in Istria nel’43” di Frediano Sessi, regia di Aldo Signoretti, con la compagnia “Accademia Campogalliani” di Mantova. Premiazione durante la serata finale, sabato 28 maggio, che vedrà anche la rappresentazione dello spettacolo “Reality Life Show” della Compagnia Teatrale Giorgio Totola.

Condividi ora!