Il Diabete In Gran Guardia a Verona!

di admin
Abbiamo visto il 14 novembre scorso la Gran Guardia illuminata di blu, così come è successo in 160 Stati al Mondo.

Il prossimo 2 Aprile vedremo in Gran Guardia, alla sera, alle 20.30, una serata   di beneficenza con cena ed intrattenimento organizzata dai due Professori  medici che a Verona sono i massimi responsabili della cura della malattia. L’iniziativa è nata per volontà e merito dei Proff.:  Enzo BONORA, direttore della U.O. di Endocrinologia e Malattie Metaboliche dell’Azienda Ospedaliera Universitaria  Integrata di Verona, e Claudio MAFFEIS, neo responsabile  dell’U.O di Diabetologia Pediatrica dell’’ULSS 20 della Regione Veneto (che ha sostituito il fondatore il Prof. PINELLI). Hanno collaborato l’Associazione Diabetici di Verona e l’Associazione Giovani e Diabete di Verona, beneficiarie  dell’evento, che è stato reso possibile con il contributo e la sensibilità del Comune di Verona. Questa importantissima manifestazione è a favore delle due Associazioni, che da anni si battono e sostengono le iniziative di cura e di sostegno  dei pazienti e delle loro famiglie, in specie quelle dei piccoli pazienti. Le attività associative vengono svolte attraverso operatori specializzati non solo a favore dei soci ma di tutti i malati e in stretta simbiosi con i responsabili sanitari.
La serata prevede, dopo un aperitivo ed una cena in linea con le prescrizioni  di buona alimentazione, primo baluardo per contenere l’insorgenza della malattia, uno spettacolo dell’artista di fama internazionale Carlo TRUZZI (incredibile cosa riesce a fare  con le ombre cinesi) ed un concerto della storica  band che ha accompagnato gli esordi di Adriano Celentano, il complesso dei RIBELLI.
Dato lo scopo benefico è  annunciata  la possibilità di offrire un contributo a favore delle Associazioni e l’intervento per il saluto di alcune autorità istituzionali locali. 
promotori e le Associazioni auspicano che la Città di Verona accolga con entusiasmo l’iniziativa, molto significativa per esaltare e rinnovare la grande sensibilità che di solito i veronesi sentono per questi progetti  benefici confermando la propria presenza telefonando al n.045- 597325.

Condividi ora!