Presentazione del volume “IL consiglio comunale di Verona. Gli Amministratori dal 1946 al 2010”

di admin
La Presidenza del Consiglio comunale, in collaborazione con l’Associazione dei Consiglieri Emeriti del Comune di Verona, ha pubblicato il nuovo volume “Il Consiglio comunale di Verona. Gli Amministratori dal 1946 al 2010”.

L’opera, che viene presentata mercoledì 26 gennaio, alle ore 17, nella sala convegni della Gran Guardia,  presenta tutti i 528 Amministratori comunali che si sono succeduti alla guida della città dal secondo dopoguerra ad oggi, fornendo un quadro sintetico del profilo biografico, corredato da foto, e dell’impegno politico di ognuno. Alla presentazione del volume alla cittadinanza intervengono il presidente del Consiglio comunale Pieralfonso Fratta Pasini, il Sindaco Flavio Tosi, il presidente dell’Associazione dei Consiglieri emeriti del Comune di Verona Bruno Centurioni, i curatori del volume Gianni Amaini e Silvano Zavetti,  il caporedattore de “L’Arena”  Maurizio Battista. “Dopo il convegno dedicato ai tre grandi sindaci del passato Zanotto, Gozzi e Delaini  – spiega il presidente del Consiglio comunale Pieralfonso Fratta Pasini – proseguiamo il filone del recupero della memoria storica con questa nuova pubblicazione. Un’opera che, oltre ad approfondire la conoscenza del percorso storico-amministrativo della nostra città, rappresenta un doveroso omaggio a quanti hanno operato nell’interesse dei cittadini veronesi. All’Associazione dei Consiglieri Emeriti il ringraziamento per il lungo e paziente lavoro di ricerca,  che ha consentito di comporre un quadro completo delle 14 Amministrazioni che si sono succedute a partire dal 1946: il loro è stato un vero e proprio lavoro da certosini, specialmente nella ricerca  dei dati e del materiale fotografico relativi alle Amministrazioni  dei primi anni del dopoguerra, difficili da reperire.  Sono certo comunque che questo nuovo volume, oltre ad essere sicuramente apprezzato dagli ex Amministratori e dai loro familiari, in ricordo dell’impegno politico passato, potrà anche rappresentare  un utile e interessante strumento di consultazione per gli attuali protagonisti della vita politica cittadina”.

Condividi ora!