Vivi la casa, nuove soluzioni d’arredo al passo con i tempi

di admin
La manifestazione da domani al 31 gennaio a Veronafiere.

Sei piazze che rappresentano altrettante aree tematiche: la 9^ edizione di Vivi la Casa, che apre al pubblico domani, propone soluzioni pronte a soddisfare le esigenze di ogni tipologia di consumatore, dagli sposi al proprietario di hotel e spa, con un unico denominatore comune: il rispetto per l’ambiente e l’uso di energie alternative.
Un week-end lungo 5 giorni, dal 27 al 31 gennaio, dedicato alle diverse interpretazioni del concetto di casa: prosegue l’impegno della Fiera di Verona nel segmento dedicato al settore mobile-arredo che apre la stagione 2011 con Vivi la Casa, la mostra mercato dell’abitare, organizzata da Veronafiere.
Con 35.000 mq di superficie espositiva, tre padiglioni e oltre 200 espositori, l’edizione 2011 di Vivi la Casa si presenta come un percorso a piazze che tocca sei aree tematiche: l’arredamento moderno, design e classico; il complemento d’arredo e l’oggettistica; l’impiantistica, bioedilizia e domotica; la ristrutturazione e manutenzione; l’arredo e giardino e, infine, la casa sostenibile.
Tre aree espositive, dedicate all’arredamento, al mondo degli sposi e ai servizi per la casa accolgono le nuove letture e tendenze del settore e propongono al visitatore più soluzioni in un unico scenario.
«Verona si colloca tra le principali province esportatrici di mobili  dopo Treviso e Milano. Nell’ambito di Vivi la Casa quest’anno ospitiamo anche il salone Style che comprende le aziende artigiane provenienti da Cerea, Bovolone, San Pietro di Morubio, Roverchiara, Isola Rizza, Sanguinetto, Salizzole, paesi della provincia di Verona che costituiscono il distretto del mobile, assolvendo così ad una funzione di tutela e salvaguardia di una grande tradizione produttiva della nostra area»- sostiene Claudio Valente, Vice Presidente Vicario di Veronafiere.
Anche quest’anno, infatti, agli artigiani della provincia di Verona è dedicata un’ampia sezione dalla quale emerge il paradigma attorno al quale questi maestri si sono sempre mossi: l’attenzione al processo di lavorazione, un concetto ereditato dal mondo artigianale, ora esteso all’industria e al design.
«Veronafiere attraverso Vivi la Casa sostiene un settore che, nonostante la crisi, costituisce ancora uno dei punti di forza dell’economia nazionale e locale», afferma Mario Rossini, Vice Direttore Generale di Veronafiere.
Dallo stile classico al mobile moderno al pezzo di design: ogni dettaglio è un tassello che compone e personalizza il nostro spazio da abitare e da vivere che, con il tempo, si è arricchito di ulteriori significati.
Il rispetto per l’ambiente, ottenuto attraverso la sostenibilità dei materiali e lo sfruttamento di energie alternative, sono il leit motiv dei nuovi progetti di architetti e designer.
Dalla cucina all’impianto di riscaldamento, dal letto al pavimento, la casa diventa SOStenibile, declinata secondo tre tipologie costruttive, in laterizio, in legno e in paglia.
Il progetto, curato dall’architetto Mario Veronese dello Studio di Bioedilizia di Verona, oggi presente alla conferenza stampa, nasce dall’idea di orientare le scelte di produttori e consumatori verso prodotti e tecnologie innovative per il risparmio energetico, senza rinunciare al comfort e all’estetica.
Tendenze verso le quali si sta muovendo anche il mondo del contract, le forniture di arredamento per grandi spazi come hotel di lusso, negozi esclusivi, complessi residenziali, comparto dell’arredamento in crescita sui mercati, presente in questa fiera attraverso spa e hotellerie che hanno saputo coniugare benessere e filosofia eco-friendly.
Vivi la Casa presenta, inoltre, un’area espositiva dedicata al mondo degli sposi, settore da sempre collegato al concetto di casa: dalle bomboniere al catering, dagli abiti da sposa al ricevimento, il padiglione 8 offre una panoramica completa delle proposte più innovative di un comparto in costante evoluzione che comprende anche le agenzie che organizzano appositamente viaggi per gli sposi e liste nozze.
Informazioni utili. L’accesso alla manifestazione – che occupa i padiglioni 8, 10 e 11 – avviene attraverso l’ingresso Re Teodorico – Viale dell’Industria (a pochi metri si trovano i parcheggi Multipiano e Re Teodorico).
Orario: giovedì 27 e venerdì 28 gennaio dalle 16 alle 22
sabato 29 e domenica 30 dalle 10 alle 22
lunedì 31 dalle 10 alle 15
Prezzo del biglietto: intero 4 euro venerdì, intero 7 euro sabato e domenica.
Ingresso gratuito Giovedì 27 ingresso gratuito per le donne e lunedì 31 per i possessori di partita iva. Nelle giornate di giovedì, venerdì e lunedì l’ingresso è gratuito per possessori delle «Fidelity card» dei più importanti Centri Commerciali e catene di negozi della provincia (A&O, Famila, Iperfamila, Auchan, Galassia, Coin, Migross, Fnac, GB Ramonda, Iper, La Grande Mela). Per i possessori della tessera della rivista Vita in Campagna l’ingresso è gratuito tutti i giorni della manifestazione.

Condividi ora!