Documento Programmatico Previsionale 2011: Settori di intervento e risorse disponibili

di admin
Al 28 febbraio 2011 la scadenza dei termini di presentazione delle domande di contributo.

Fondazione Cariverona ricorda che il termine ultimo per la presentazione delle domande di contributo per il corrente esercizio è in generale fissato al 28 febbraio 2011.
Per dettagliate informazioni si veda il sitowww.fondazionecariverona.org.
Le istanze dovranno essere relative ai settori di attività e agli specifici indirizzi operativi che vengono qui sinteticamente descritti:
Salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa (10 milioni di euro): la Fondazione promuoverà programmi di diagnosi e riabilitazione a favore di persone affette da patologie neurovegetative e in particolare dalla malattia di Parkinson; svilupperà altresì programmi di miglioramento della condizione di salute fisica di pazienti frequentanti i centri di salute mentale.
Sostegno verrà infine dato per l’acquisizione di attrezzature diagnostiche e terapeutiche purché in coerenza con la programmazione regionale di riferimento.
Educazione istruzione e formazione (8,9 milioni di euro): si privilegeranno, iniziative legate all’edilizia scolastica per la sola messa a norma di edifici che versano in condizioni critiche; la dotazione di strumenti ed attrezzature per le scuole (allestimenti per biblioteche, laboratori informatici, linguistici, musicali e comunque propri dell’indirizzo specifico di ciascun istituto, arredi per scuole materne); progetti formativi finalizzati alla formazione extra curriculare per l’inserimento di studenti stranieri nelle classi della scuola primaria e degli istituti secondari di primo grado. Infine verrà ripetuto un ulteriore ciclo di 35 borse di dottorato di ricerca triennale per giovani studiosi che operano nelle università dei territori di riferimento.
Arte, attività e beni culturali (4 milioni di euro): due indirizzi di iniziativa riguarderanno rispettivamente le catalogazioni, i programmi di attività teatrale e musicale e le iniziative culturali più significative dei territori di operatività. Si accetteranno altresì istanze in merito alla salvaguardia e alla valorizzazione dei parchi e delle aree naturali protette.
Assistenza anziani (11 milioni di euro): un particolare indirizzo di iniziativa privilegerà esperienze, anche innovative, di assistenza domiciliare a favore di anziani in condizioni di parziale non autosufficienza. Verranno valutati progetti volti alla messa a norma, adeguamento qualitativo e degli standard previsti dalla normativa di riferimento di centri di accoglienza residenziali e/o diurni.
Volontariato, filantropia e beneficenza (11,4 milioni di euro): si darà priorità innanzitutto a progetti di iniziativa della Fondazione nel campo dell’housing sociale, dell’integrazione  sociale e professionale di soggetti in regime di misure alternative alla pena e dell’inserimento e/o reinserimento nell’attività lavorativa di soggetti in stato di svantaggio sociale. Saranno altresì presi in considerazione programmi di promozione di centri di aggregazione giovanile e di sostegno al mondo dell’handicap; verrà ripetuto infine il Programma Povertà per sopperire le necessità primarie di coloro che vivono tale condizione.
Ricerca scientifica e tecnologica (3 milioni di euro): si caratterizzerà per l’attivazione di due progetti di iniziativa per ciascuno dei seguenti ambiti: biomedico e umanistico.
Come da consolidata tradizione viene anche riservata attenzione per interventi di solidarietà internazionale (2 milioni di euro) e per attività dirette e di sostegno a particolari situazioni di bisogno (1,1 milioni di euro) .
Il totale delle disponibilità è pari a 51,4 milioni di euro cui vanno aggiunti ulteriori 53 milioni per i progetti pluriennali.

Condividi ora!