Via Palazzina: i controlli della Polizia Municipale ci sono

di admin
“156 sanzioni per eccesso di velocità elevate nel 2010 proprio in via Palazzina, 40 delle quali con decurtazione di punti dalla patente, sono la dimostrazione palese del fatto che i controlli in via Palazzina non mancano.

E’ possibile anche potenziarli, se è il caso, ma è sbagliato oltre che oltraggioso, sull’onda emotiva dell’incidente costato la vita a 2 persone, spostare l’attenzione dall’eventuale comportamento doloso del conducente del veicolo investitore alla carenza di controlli da parte della Polizia Municipale”. Lo ha ricordato questa mattina il Comandante della Polizia municipale Luigi Altamura nel descrivere i servizi svolti durante il 2010 nella zona. “E’ paradossale – ha aggiunto Altamura – che per un incidente avvenuto nella strada laterale corte Garofolo si chiami in causa la situazione della via principale Palazzina, che nulla ha a che fare con il tragico evento. Per di più questo avviene ad indagini ancora in corso, in un momento nel quale il conducente responsabile non ha ancora fornito la sua versione. Sarebbe invece utile che i mezzi d’informazione contribuissero a diffondere questo messaggio: che l’osservanza delle norme stradali, con particolare riguardo al rispetto dei limiti di velocità, non è un vincolo ma una necessità sociale. Occorrerebbe che ogni persona, quando guida un veicolo, si ricordasse di essere a sua volta un pedone e si regolasse di conseguenza”. “Spesso nel pubblicare commenti o lamentele dei cittadini sanzionati con contravvenzioni – aggiunge Altamura – ci si dimentica di interpellare la Polizia Municipale per verificare le loro dichiarazioni, con il risultato di amplificare le tesi di quei trasgressori delle norme del Codice della strada che tentano di evitare le conseguenze dei loro comportamenti con ricorsi pre-stampati al giudice di pace, tentativi di giustificare la situazione, comunicazioni sospette (vengono indicati anche ultranovantenni alla guida dei veicoli in eccesso di velocità per evitare la decurtazione dei punti) e mille altri stratagemmi messi in atto con l’unico scopo di eludere controlli e sanzioni”. “Occorre anche ricordare a tutti che il rispetto delle norme stradali – conclude Altamura – è fondamentale per tutelare la vita dei cittadini, che le regole servono a tutti e che chi non le rispetta se ne deve assumere rischi e conseguenze. Come quell’auto fotografata da Google street view mentre, in uscita da strada corte Garofolo, svolta a sinistra sul cavalcavia dell’autostrada nonostante l’obbligo di andare a destra verso Palazzina”.

Condividi ora!