Banca del Centroveneto apre una nuova filiale ad Arsego

di admin
Parola d’ordine durante la crisi: sostegno alle famiglie e alle imprese, in stile credito cooperativo.

Combattere la crisi, ma anche restituire fiducia alle aziende e alle famiglie.
Parte da Arsego, nel Comune di S. Giorgio delle Pertiche (Padova) la nuova campagna di espansione di Banca del Centroveneto, l’Istituto di Credito Cooperativo che conta ad oggi 18 filiali, 174 dipendenti e quasi 3500 soci nelle province di Vicenza e Padova.
Domenica 19 dicembre alle ore 12 sarà ufficialmente inaugurato il nuovo sportello ad Arsego in via Roma al civico 378/A: un’occasione di festa per ribadire ancora una volta la validità del modello del credito cooperativo, che cresce a livello veneto in modo costante, ma prudente, per dare risposte reali alle persone, in armonia con le esigenze del territorio.
“A chiederci una presenza in questo territorio due anni fa è stata proprio la gente – spiega il Presidente Flavio Stecca. In quell’occasione, forti di una richiesta motivata di oltre 250 nuovi soci abbiamo istituito una sede distaccata nel territorio di Campo San Martino”.
Aprire una sede staccata per una Banca di Credito Cooperativo è una scelta importante, perché si va ad investire in un territorio comunale che manca di contiguità con il resto della zona di competenza della banca. “Quando questo avviene- precisa Stecca- significa che sono state fatte delle valutazioni molto più ponderate rispetto ad una normale apertura, anche se in questo periodo anche le normali aperture sono diventate delle eccezioni. Tuttavia la nostra decisione allora si è rivelata tanto interessante per il tessuto economico e sociale di questo territorio da indurci oggi a completare la nostra espansione verso la frazione di Arsego. Per noi un buon investimento, che ci vedrà presenti in un fabbricato nuovissimo e di pregio”.
L’inaugurazione che avverrà alla presenza delle autorità civili, religiose e di molti ospiti sarà una grande festa per tutto il paese. Infatti insieme alla Banca del Centroveneto è la stessa impresa costruttrice del palazzo “Il Fiore” a presentare la sua opera a tutti i cittadini. Dopo il taglio del nastro l’invito alla festa e al ricevimento è stato esteso a tutta la cittadinanza.
Ma i programmi di Banca del Centroveneto non finiscono qui.
“Stiamo preparando nelle prossime settimane una nuova apertura di filiale a Bolzano Vicentino- annuncia il Presidente. Questo ci consentirà di essere maggiormente radicati e di poter valorizzare le nostre professionalità a vantaggio della qualità del servizio, dei prodotti e nell’interesse della comunità locale”.
 “Siamo certi – afferma il direttore generale della Banca, Umbertino Baracca- che una volta passato il momento più duro, il territorio saprà riconoscere l’impegno delle banche locali, magari più piccole, ma certamente anche più attente a dare linfa vitale alla propria gente”.

Condividi ora!