Dal Cipe 4 milioni 270 mila euro per interventi di edilizia scolastica 2010

di admin
Il Cipe, Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, ha stanziato per il 2010 un finanziamento di 4.270.000 euro da destinare a “prevenire e a fronteggiare eventuali situazioni di rischio connesse alla vulnerabilità da elementi non strutturati degli edifici scolastici”.

Lo ha reso noto questa mattina l’assessore al Decentramento Marco Padovani che ha anche illustrato quali saranno le scuole per le quali verranno realizzati gli interventi di messa in sicurezza. A seguito di rilievi sulle vulnerabilità di elementi non strutturali effettuati negli edifici scolastici di tutte le scuole e palestre con personale statale – complessivamente 110 edifici sui 158 di proprietà comunale – il Cipe ha stabilito di mettere a finanziamento gli interventi per: 450 mila euro per la scuola materna Contrada Polese, 4ª Circoscrizione; 170 mila euro per la scuola elementare Frattini – 4ª Circoscrizione; 70 mila euro per la scuola elementare Salgari, 4ª Circoscrizione; 40 mila euro per la palestra della scuola elementare Salgari, 4ª Circoscrizione; 230 mila euro per la scuola elementare Ciliegi, 4ª Circoscrizione; 150 mila euro per la scuola materna La Mongolfiera, 4ª Circoscrizione; 700 mila euro per la scuola elementare Umberto Toleseto, 2ª Circoscrizione; 540 mila euro per la scuola elementare Ippolito Nievo, 2ª Circoscrizione; 640 mila euro per la scuola elementare Provolo, 2ª Circoscrizione; 590 mila euro per la scuola elementare Rubele, 1ª Circoscrizione; 380 mila euro per la scuola elementare Ariosto, 5ª Circoscrizione; 310 mila euro per la scuola elementare Busti, 5ª Circoscrizione. “Lo stanziamento complessivo previsto per il Comune di Verona in un lasso di tempo che va fino al 2020 è di circa 26 milioni di euro – ha spiegato Padovani – speriamo che anche i finanziamenti previsti per i prossimi anni vengano confermati dal Cipe, consentendo così la realizzazione di un numero importante di interventi nelle scuole di tutte le circoscrizioni cittadine.” L’iter del finanziamento prevede ora la realizzazione di una delibera per ogni intervento, che verrà inviata nei prossimi giorni al Ministero per la conferma dello stanziamento per i singoli progetti. Successivamente partiranno le gare d’appalto in modo da poter realizzare la maggior parte degli interventi durante il periodo estivo di chiusura delle scuole.

Condividi ora!