Vivere Country Life a Verona

di admin
È Verona ad ospitare quest’anno la 19° edizione della mostra mercato Country life, precedentemente ospitata da Modena.

Orgoglioso della nuova sede il suo organizzatore Franco Fabbi, che dalla mostra si aspetta molto. “Verona è una città che guarda all’Europa – ha affermato – e penso a questa città come ad una possibilità per continuare a crescere”. Oggi, infatti, vi è più che mai bisogno di operare in una piazza capace di aprire nuovi orizzonti internazionali del settore fieristico. Veronafiere  è capace di offrire tutto questo, potendo già vantare nel suo calendario diverse manifestazioni dedicate al tempo libero. Infatti, nonostante un calendario fieristico già fitto, si è voluto inserire questo nuovo evento che dà riconoscimento al polo fieristico di Verona quale importante snodo culturale, e che può vantare di essere  primo organizzatore diretto di manifestazioni in Italia, secondo per fatturato.
 Tra gli obbiettivi di Veronafiere  c’è anche la fidelizzazione di un nuovo pubblico consumer e questa fiera offre l’opportunità di coinvolgere l’interesse degli appassionati del mondo country e del benessere. In questo Franco Fabbi ha incontrato un punto di affinità con la filosofia della sua fiera: una mostra mercato che rappresenta lo stile del bien vivre attraverso molteplici settori, caratteristica che rende questa una fiera trasversale. Il ventaglio di proposte offerte spazia, infatti, dall’arredo di esterni e di interni al giardino antico –allestito dal consorzio di antiquari Autentica-, dall’oggettistica al vestiario all’hobby (che questa’anno dedica ampio spazio al campo della creatività, soprattutto femminile, nella creazione di addobbi natalizi).
Rappresenta invece un’assoluta novità il percorso “I paesaggi del gusto” , viaggio enogastronomico e culturale guidato da cinque chef attraverso i “piatti della memoria” di cinque regioni italiane ( Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Trentino e Friuli).
Country life ha inoltre invitato gli allievi della Scuola di Ebanisteria di Bovolone, affinché mostrino al pubblico le tecniche e i manufatti della lavorazione del legno, mestiere ormai raro e invece preservato da questa scuola, gestita dalla Provincia di Verona ed unica in tutta la regione Veneto.
Sembrano insomma essere presenti tutti gli elementi per ottenere i grandi risultati che ci si attendono da questo evento fieristico.

Condividi ora!