Gli studenti veronesi celebrano i 150 anni dell’unità d’Italia

di admin
“Il Tricolore: la nostra Bandiera”.

Questa mattina, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, il presidente della Provincia Giovanni Miozzi e l’assessore all’Istruzione Marco Luciani hanno presentato l’iniziativa “Il Tricolore: la nostra Bandiera” – Arte e Creatività in Concorso per i 150 anni dell’Unità d’Italia”.
Erano presenti: il Capo di Gabinetto della Prefettura di Verona, Francesco Esposito; il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale, Giovanni Pontara e il presidente della Consulta provinciale degli studenti, Andrea Galante. Ha partecipato anche una delegazione del Comitato nazionale per i 150 anni dell’Unità d’Italia, che è stato insediato lo scorso gennaio a Torino dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Il progetto è stato elaborato da un gruppo di lavoro composto da Giovanni Chemello per la Provincia di Verona, Laura Donà e Annalisa Tiberio per l’Ufficio Scolastico Territoriale, e Michele Ghionna per Fondazione Atlantide – Testro Stabile di Verona. Il concorso è stato ideato da Giulia Adami e Luisa Cieno di Fotostudio Adami Eventi, e sarà sponsorizzato da ATV Srl.

Una poesia, un disegno, una foto, un video che abbiano come protagonista il Tricolore. Sono questi gli elaborati in cui sono chiamati a cimentarsi i 130 mila studenti di tutte le scuole veronesi per festeggiare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, la cui ricorrenza sarà celebrata nel 2011.
Il concorso “Tricolore: la nostra Bandiera” è stato bandito dalla Provincia ed è rivolto agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado dei 98 comuni veronesi. I ragazzi sono chiamati a cimentarsi nella realizzazione di opere che abbiano per tema la storia, i valori e i significati del nostro simbolo nazionale. L’iniziativa è realizzata con il coordinamento della Prefettura di Verona e in collaborazione con l’Ufficio scolastico territoriale e la Consulta provinciale degli studenti. 
I partecipanti potranno scegliere tra tre sezioni di concorso:
 – Sezione letteraria (dattiloscritto in forma libera, prosa o poesia, massimo una cartella)
 – Sezione foto-video-multimediale (stampa foto formato unico A3/30cmX45cm oppure foto digitali registrate su CD o DVD, oppure video della durata massima di 5 minuti)
 – Sezione grafico-pittorica (tecnica libera su foglio di dimensione massima 50cmx70cm).
Le premiazioni avverranno il 16 e 17 marzo 2011, in occasione delle manifestazioni in programma a Verona per il 150° anniversario della proclamazione dell’Unità d’Italia.
Per gli studenti primi classificati delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie sono previsti premi in denaro, mentre i ragazzi vincitori delle scuole medie e superiori avranno la possibilità di partecipare alle celebrazioni dell’anniversario che si terranno a Torino nell’aprile e maggio 2011.
La domanda di partecipazione è scaricabile dai siti Internet della Provincia, della Prefettura e dell’Ufficio scolastico territoriale. Il termine ultimo per la presentazione delle opere è fissato per lunedì 14 febbraio 2011.
Miozzi: “L’iniziativa che presentiamo oggi ci sembra il modo più appropriato per festeggiare i 150 anni della proclamazione dell’Unità d’Italia. Riteniamo opportuno celebrare questa ricorrenza iniziando dalle scuole perché è necessario far capire ai giovani il significato e il valore della storia che ci lega da 150 anni. Si tratta di un progetto ricco di contenuti utili alla crescita dei ragazzi e alla formazione della loro coscienza civica: gli studenti di oggi saranno i cittadini di domani e ci piace pensare che saranno cittadini consapevoli della storia“.
Luciani/assessore: “Questa non è un’iniziativa per i 150 anni ma è piuttosto ‘l’iniziativa’ della scuola veronese, in quanto ideata e sostenuta dagli enti preposti. E’ rivolta alle scuole di ogni ordine e grado, compresi i Centri di Formazione Professionale e pertanto coinvolge i 130 mila studenti dell’intera comunità studentesca veronese. Dopo aver lavorato al progetto per molti mesi, siamo felici di poterlo presentare oggi, per dare alle scuole la possibilità di iniziare a lavorare. Abbiamo istituito un gruppo di lavoro che ha compiuto uno sforzo straordinario per elaborare il bando di concorso, dando un contributo fondamentale per la realizzazione del progetto. Il prezioso sostegno di ATV ci permetterà di organizzare i viaggi a Torino per gli studenti vincitori. Il Tricolore rappresenta una sintesi dell’appartenenza alla nazione e della riscoperta di valori significativi come quelli che hanno ispirato la nostra Costituzione. È importante, quindi, dare agli studenti la massima libertà di esprimersi intorno a questo simbolo”.
Esposito/Prefettura: “Il 150° anniversario dell’unità d’Italia può essere considerato il culmine di un percorso, voluto dalla Presidenza della Repubblica, che dal 2006 ci ha visto impegnati nel celebrare altre importanti ricorrenze, come il bicentenario della nascita di Garibaldi, il cinquantenario dei trattati di Roma per l’istituzione dell’Unione europea e i 60 anni della Costituzione. Il concorso che presentiamo è lodevole perché ha come protagonisti i giovani, che rappresentano il presente ma anche il futuro. A loro, infatti, spetta il compito di tramandare il patrimonio di valori e ideali che hanno ispirato i padri fondatori del nostro Stato. Inoltre, ha come oggetto il tricolore, simbolo che, come ha ricordato il presidente Ciampi, non è solo un’insegna  ma è il vessillo della libertà conquistata da un popolo che desidera vivere unito nell’uguaglianza, nella fraternità e nella giustizia. La premiazione avverrà il 17 marzo 2011, giorno in cui ricorre la proclamazione del Regno d’Italia e che è stato proclamato festa nazionale”.
Pontara/Ust: “Quando la Provincia di Verona ci ha presentato questa idea ne abbiamo subito compreso il valore e abbiamo prontamente iniziato a collaborare per realizzarla. Per questo anno scolastico abbiamo previsto diversi momenti di riflessione e confronto nelle scuole sul significato della ricorrenza. Le attività degli studenti inizieranno proprio con questo concorso, nel quale potranno cimentarsi ragazzi di tutte le classi, compresa la scuola dell’infanzia: infatti, i ragazzi di età differenti possono evidenziare sentimenti diversi ispirati dall’appartenenza alla nostra nazione”.
Galante/Consulta: “Per i giovani è molto importante che vengano istituite iniziative come questa: è un modo diretto per conoscere la storia più recente del nostro paese e soprattutto un’occasione preziosa di confronto con i nostri e tra gli studenti. Ringrazio, quindi, coloro che hanno proposto il concorso perché nelle scuole è molto utile conoscere la storia e il significato dell’unità d’Italia. Ci sono giovani che, nonostante articoli sui giornali e spot televisivi, non sanno che nel 2011 si celebrerà un anniversario così significativo”.

Condividi ora!