Iniziative assunte a fronte dell’emergenza alluvione dalle BCC operanti nella provincia di Padova

di admin
Le 12 Banche di Credito Cooperativo che operano con i loro sportelli nella provincia di Padova non hanno voluto fin da subito far mancare la loro solidarietà ai territori colpiti dall’alluvione e hanno messo in campo tutta una serie di iniziative per favorire il graduale ritorno alla normalità delle persone e delle aziende che hanno…

Hanno aderito al progetto, firmando tra l’altro nei giorni scorsi un protocollo d’intesa provinciale Banca Adige Po, Banca Atestina, Banca dei Colli Euganei, Banca del Centroveneto, BCC di Cartura, BCC di Piove di Sacco, BCC di Sant’Elena, BCC Euganea, Banca Padovana, Crediveneto, Credito Trevigiano e Rovigobanca.
Ma la solidarietà e l’aiuto che le BCC vogliono portare concretamente alle famiglie e alle aziende colpite non si deve fermare ad un tavolo di concertazione. Da questa riflessione è nato l’accordo tra le BCC padovane di far valere la loro forza anche nel concedere finanziamenti a tasso zero. Un aiuto ai privati e alle famiglie per ripartire proprio da quei piccoli acquisti necessari: mobili, elettrodomestici, scorte alimentari.
Per tutte le famiglie che attestino i danni subiti dall’alluvione con certificazione del proprio Comune sono stati resi disponibili finanziamenti della durata di 60 mesi, senza spese di istruttoria e con gratuità delle spese di pagamento rata, con incluso preammortamento di 12 mesi. E’ previsto un primo finanziamento fino a 5 mila euro a tasso zero. La scelta del tasso zero per piccoli finanziamenti fino a 5 mila euro risponde ad una necessità diffusa colta nei giorni successivi all’emergenza ed è una risposta dal sistema del Credito Cooperativo per facilitare investimenti di ripristino per le famiglie. Il plafond totale riservato dalle BCC operanti nel territorio padovano è stato fissato in 5,6 milioni di euro. Si interverrà quindi con strumenti finanziari adeguati secondo le esigenze reali delle singole persone e famiglie e delle singole imprese del territorio, cui le BCC da sempre dedicano cura e attenzione. Per importi superiori ai 5 mila euro e fino a 30 mila euro sono stati applicati tassi facilitati (euribor 3m+1,00). E’ inoltre prevista la sospensione della rata dei mutui in ammortamento per un periodo massimo di 12 mesi.
Anche per le aziende colpite che hanno bisogno di ripristinare la normale condizione per la loro attività, di ricostituire le scorte e di riacquistare impianti e beni strumentali saranno applicati tassi agevolati, con possibilità di finanziamenti particolarmente facilitati, senza spese di istruttoria e di pagamento rate. In questo caso sarà necessario oltre all’attestazione di azienda alluvionata da parte del Comune anche una documentazione dei danni. Le Banche di Credito Cooperativo della Provincia di Padova hanno disposto la sospensione di 12 mesi della quota capitale delle rate dei finanziamenti già in essere.
Non solo. Per essere più vicini con gesti di beneficenza gratuita a situazioni di grave disagio e perdita la Federazione Veneta delle Banche di Credito Cooperativo ha aperto in questi giorni un apposito conto corrente, cui stanno già contribuendo dipendenti e consigli di amministrazione delle BCC/CRA Venete attraverso la devoluzione di un’ora di lavoro e di un gettone di presenza delle sedute del Consiglio di amministrazione. Al conto potranno contribuire con donazioni anche i clienti e soci BCC e chiunque vorrà aderire all’iniziativa in quell’ottica di mutualità e di solidarietà propria della mission e dello spirito statutario delle banche di credito cooperativo fin dalla loro nascita oltre 100 anni fa.
I bonifici e ogni altra forma di trasferimento fondi a questo conto non verranno gravati da alcuna commissione.

Condividi ora!