Attività di somministrazione alimenti e bevande

di admin
Da oggi pubblicato bando per nuove licenze.

A partire da oggi fino al 28 dicembre è pubblicato il bando per l’assegnazione di nuove licenze per le attività di somministrazione di alimenti e bevande. Lo rende noto l’assessore alle Attività economiche Enrico Corsi, che ha illustrato oggi i criteri previsti dal Piano, che è stato approvato dal Consiglio comunale lo scorso 29 settembre. La nuova programmazione prevede  la ripartizione del territorio comunale in 4 zone, individuando per ciascuna zona il numero massimo di autorizzazioni rilasciabili: nel centro storico (in pratica la città antica ricompresa entro la ZTL) sono possibili solo 8 nuove licenze; nella restante parte di centro storico fino alle mura magistrali sono consentite massimo 15 nuove licenze; nei quartieri residenziali periferici massimo 35 nuove autorizzazioni; nella Zai il limite previsto è di 35 nuove licenze.   Per ciascuna zona verranno formate graduatorie, assegnando la priorità a chi otterrà il punteggio maggiore rispetto ai seguenti requisiti: aver maturato esperienza lavorativa per almeno 3 anni nel campo della somministrazione di alimenti e bevande a Verona o nei comuni turistici della provincia; non essere titolari o soci di ditte autorizzate all’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande; essere residenti nel comune di Verona da almeno 3 anni; impegnarsi alla chiusura dei locali entro le ore 1della notte. La graduatoria avrà validità due anni, a partire dalla data della pubblicazione. L’assegnazione delle autorizzazioni comporterà vincoli precisi per i nuovi titolari: divieto di trasferire la licenza per almeno 5 anni; divieto per 5 anni di svolgere nei medesimi locali l’esercizio  congiunto di attività artigianali del settore alimentare, ad esclusione delle pasticcerie e gelaterie; attività di sala giochi.  Per il rilascio della licenza gli assegnatari pagheranno un contributo al Comune, diversificato in relazione all’importanza della zona in cui verrà aperta la nuova attività:  10.000 euro per le nuove licenze in centro storico-ZTL; 5.000 euro per la restante parte del centro storico fino alle mura e per i quartieri residenziali; 3.000 euro per la Zai.

Condividi ora!