Anche a Verona Poste Italiane partecipa alla XIV Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

di admin
Poste Italiane contribuisce anche quest’anno alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare 2010, organizzata dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus e giunta alla quattordicesima edizione.

Sabato 27 novembre Poste Italiane sosterrà l’iniziativa mettendo a disposizione a Verona un furgone del centro postale di piazzale XXV aprile: con altri 143 mezzi aziendali in tutto il territorio nazionale, sarà utilizzato per il trasporto dei generi alimentari raccolti in oltre 8100 supermercati e destinati ai magazzini provinciali degli enti benefici convenzionati con il Banco Alimentare.
Lo scorso anno 5 milioni di persone hanno donato prodotti per un totale di 8.600 tonnellate pari a 20 milioni di euro. Quest’anno più di 110mila volontari inviteranno le persone a donare alimenti a lunga conservazione che saranno distribuiti a oltre 8mila strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri di accoglienza) convenzionate con la Rete Banco Alimentare che aiutano 1.500.000 di persone in stato di bisogno.
Gli automezzi saranno utilizzati dai volontari della Fondazione Banco Alimentare Onlus o da autisti di Poste Italiane. Infatti, i dipendenti dell’Azienda parteciperanno all’iniziativa in qualità di volontari e inviteranno i clienti dei supermercati ad acquistare alcuni generi alimentari per offrirli a chi ne ha bisogno.
Anche l’edizione 2010, organizzata dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus in collaborazione con la Compagnia delle Opere – Opere Sociali, gode dell’alto Patronato della Presidenza della Repubblica, del patrocinio del Segretariato Sociale della Rai e della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, in concomitanza con la Colletta Alimentare che si svolge nei Paesi europei membri della Federazione Europea dei Banchi Alimentari.  
Poste Italiane, con la sua presenza, vuole contribuire a sostenere un’ iniziativa che fornisce un aiuto concreto alla popolazione più svantaggiata del nostro Paese, incoraggiando chi ne ha la possibilità, attraverso il dono di un prodotto alimentare, a compiere un utile gesto di solidarietà.

Condividi ora!