Nuova Consulta Provinciale degli Studenti

di admin
In Loggia di Frà Giocondo il passaggio di consegne.

Oggi, nella Loggia di Frà Giocondo del Palazzo Scaligero, il presidente Giovanni Miozzi e l’assessore all’Istruzione Marco Luciani hanno presentato la nuova Consulta Provinciale degli Studenti-CPS. Con l’occasione è avvenuto il passaggio di consegne fra il vecchio e il nuovo presidente, e sono stati inoltre illustrati i progetti in atto della Provincia e dell’Ufficio Scolastico Territoriale.
Erano presenti: il dirigente dell’Ufficio Scolastico di Verona, Giovanni Pontara; la referente delle Politiche Giovanili dell’Ufficio Scolastico di Verona, Anna Lisa Tiberio; gli studenti eletti nella Consulta Provinciale e i due presidenti, Michele Marcantoni e il suo successore Andrea Galante.
Per la prima volta la Consulta Provinciale degli Studenti è stata ricevuta in Provincia per il passaggio di consegne. Altra novità, la presenza concomitante dei rappresentanti di istituto delle scuole della provincia.
Interlocutore privilegiato con gli Enti e le Istituzioni pubbliche e private, il CPS promuove, inoltre, numerosi progetti e attività per favorire nei giovani percorsi di sensibilizzazione verso una cittadinanza attiva e responsabile.
Miozzi/Presidente: “La nostra amministrazione riconosce il ruolo attivo che la Consulta Provinciale degli Studenti svolge come osservatorio privilegiato sulle scelte, i comportamenti, sui bisogni e sulle azioni dei ragazzi dentro e fuori la scuola. L’ energia, l’entusiasmo, la voglia di fare: queste sono le caratteristiche dei giovani di oggi. Sono veramente convinto che loro abbiano le capacità e la preparazione necessaria per diventare parte attiva della nostra società e conseguire importanti risultati. Al neopresidente auguro un buon lavoro: sono sicuro che porterà a termine nel migliore dei modi i compiti e le sfide che lo attendono nei prossimi anni. Prima di salutarvi vi rivolgo solo un appello: non scherzate con la vostra vita. In diverse realtà scolastiche abbiamo riscontrato situazioni problematiche legate al consumo di sostanze stupefacenti. Lo spirito d’iniziativa che dimostrate qui oggi è un esempio di come non servano le droghe nella vita di tutti i giorni per sentirsi realizzati come studenti e soprattutto come persone”.
Luciani/Assessore: “Per la Provincia è fondamentale il costante confronto con il mondo scolastico per condividere scelte e progetti. La Consulta rappresenta un ulteriore organo con cui possiamo dialogare, per raccogliere le proposte e le idee degli studenti e intervenire in modo più capillare e incisivo. Il momento che stiamo attraversando è difficile e credo che questo sia chiaro anche ai nostri ragazzi. Al centro del programma della Giunta Miozzi c’è la messa in sicurezza degli edifici scolastici e, nonostante i tagli al bilancio che siamo stati costretti a effettuare, abbiamo stanziato i fondi necessari per effettuare la manutenzione ordinaria e straordinaria di tutti gli edifici. Stiamo lavorando per centrare questo importante obiettivo e sino ad ora posso dire con soddisfazione che la tempistica che ci siamo imposti è rispettata”.
Pontara/Dirigente: “Mettere a disposizione della Consulta degli Studenti un luogo istituzionale come la Loggia del Consiglio significa riconoscerne, da parte della Provincia, l’importanza e avvalorarne il ruolo strategico. I ragazzi che si trovano riuniti qui oggi non si limitano solamente  a denunciare i problemi e i disagi che incontrano nel loro quotidiano vivere scolastico. Al contrario tutti insieme si impegnano a elaborare dei progetti concreti, a trovare delle soluzioni”.

Condividi ora!