Nuovi campi da rugby

di admin
Vice Sindaco Giacino e Assessore Sboarina.

“Una volta iniziati i lavori all’interno della Passalacqua, i campi da rugby attualmente presenti sul terreno dell’ex caserma saranno trasferiti nell’area del Parco dell’Adige Nord,  tra Lungadige Attiraglio e via Preare, accanto ai campi da calcio del Parona”. Lo hanno reso noto questo pomeriggio il vice Sindaco Vito Giacino e l’assessore all’Edilizia sportiva Federico Sboarina. “L’intervento – ha spiegato Giacino – avrà un valore di circa un milione e mezzo di euro e sarà finanziato interamente dai soggetti privati che si sono aggiudicati il bando europeo della Passalacqua; l’Amministrazione è riuscita quindi a trovare un cospicuo finanziamento che contemporaneamente sosterrà uno sport in forte crescita come il rugby e contribuirà a far vivere il parco dell’Adige Nord.” “Il panorama rugbistico cittadino, per l’inizio della stagione sportiva 2011, si arricchirà quindi di due campi regolamentari che serviranno la zona Ovest della città  – ha aggiunto Sboarina – la struttura sarà dotata di impianti di irrigazione ed illuminazione, 4 spogliatoi ed un parcheggio con una capienza di circa 50 posti, che servirà anche i vicini campi da calcio. Per la stagione sportiva 2012 inoltre si potrà prevedere la realizzazione di una piccola tribuna per circa 400 posti, l’allargamento del parcheggio fino ad un massimo di 150 posti auto e la realizzazione di una club house in legno. Inoltre la struttura non sarà recintata, se non sul versante della strada, per rendere più fruibili gli spazi e consentendo così a numerosi giovani di giocare all’aperto in un ambiente sano.” “Per la progettazione di questa leggera struttura sportiva a basso impatto ambientale e rispettosa dei canoni del risparmio energetico – ha concluso Giacino – sono state recepite, e continueranno ad esserlo, tutte le indicazioni pervenute dal settore Ambiente del Comune; in questo modo si potrà ottenere uno spazio che consentirà al rugby di svilupparsi e di tenere in maniera molto più decorosa gli spazi del parco dell’Adige Nord”.

Condividi ora!