Tavolo permanente del turismo veronese

di admin
Assessore Pozzani: “Più informatizzata l'accoglienza turistica nella prossima stagione e tolleranza zero per i furbetti che fanno concorrenza sleale”.

Stamattina l’assessore al Turismo Ruggero Pozzani ha riunito tutti i componenti del Tavolo permanente del turismo veronese, un organismo consultivo previsto dalla legge regionale per la condivisione delle azioni operative.
Erano presenti i rappresentanti di Comune di Verona, Camera di Commercio, consorzi di promozione turistica, associazioni di categoria, maggiori operatori turistici, parchi divertimenti,  gestori dei principali impianti.
Sono state illustrate le novità del Piano di accoglienza 2011 per quanto riguarda i servizi degli uffici Iat-Informazione e accoglienza turistica. Oltre ad un ammodernamento del materiale informativo, sarà fatta per la prossima stagione turistica una massiccia informatizzazione degli uffici per offrire ai visitatori strumenti come la digitalizzazione di itinerari, luoghi di interesse e percorsi, scaricabili dal sitowww.tourism.verona.it. Inoltre, partirà il servizio “Regio-Iat” che in tutto il Veneto darà informazioni sulle altre mete turistiche regionali.
L’incontro è servito anche per riferire sulla recente decisione di Comune e Provincia per un controllo più stretto sulle strutture ricettive extralberghiere, in modo da combattere l’abusivismo.  Il controllo più stretto sugli abusivi si base su ispezioni congiunte da parte degli ispettori provinciali e da parte della polizia municipale.
 E stata rimandata invece alla prossima seduta la discussione sulla nuova legge regionale chiesta dalle categorie e per la quale la Provincia di Verona ha già mandato le osservazioni in Regione.  
Assessore Pozzani: “Vorrei innanzitutto fare un bilancio dell’evento che abbiamo concluso due giorni fa: il 30° campionato nazionale sbandieratori. Una manifestazione che ha riempito Verona con 2.000 prenotazioni alberghiere e i locali affollati. Una formula sicuramente da replicare per eventi che prevedono la contestualizzazione della manifestazione in luoghi importanti del nostro territorio. Per quanto riguarda invece le novità 2011 ricordo che il nostro sforzo è di rendere l’accoglienza turistica sempre più moderna e che si muova con la stessa velocità che il mercato richiede. C’è stata infine una grande condivisione da parte delle categorie turistiche per la recente scelta di maggiore rigore nel controllo delle strutture. Si tratta di un settore che deve muoversi  con regole certe e rispettate da tutti, altrimenti i pochi furbetti rischiano di mettere in difficoltà operatori corretti che stanno sul mercato con le proprie gambe. La concorrenza sleale è un elemento dopante per ogni attività e verso al quale d’ora in poi sarà tolleranza zero”.

Condividi ora!