Povegliano verso il fotovoltaico. A.A.A. campagna cercasi.

di admin
Il Comune cerca una campagna in affitto sulla quale istallare un impianto.

Il Comune di Povegliano si muove verso il fotovoltaico e cerca una campagna in affitto.
L’amministrazione intende investire in questo strumento ecologico per ricavare energia elettrica e ha pubblicato in questi giorni un avviso sul sito internet comunale.
Il richiamo è rivolto agli imprenditori agricoli, proprietari di terreni, ed è finalizzato all’affitto, da parte del Comune, di una porzione di zona agricola a Povegliano, per istallarvi un impianto fotovoltaico a terra di potenza inferiore a un megawatt.
Il contratto d’affitto avrà una durata di 20 anni, rinnovabile per ulteriori 10 anni. Il terreno deve avere un’estensione di 25mila metri quadrati contigui e di forma regolare. Non devono esserci sull’area vincoli architettonici, urbanistici, ambientali e paesaggistici. La zona deve essere priva di ombreggiature.
«L’impianto fotovoltaico – spiega il sindaco Anna Maria Bigon – sarà posizionato, con il supporto di incentivi statali, dall’impresa che ne curerà la gestione, trattenendo per sé parte dei proventi derivanti dalla vendita di energia elettrica. Una parte, invece, spetterà al Comune, che potrà introitare nelle casse comunali fino a 70mila euro l’anno. Oltre a essere uno strumento vantaggioso, inoltre, ricoprirà anche una valenza ecologica, permettendo una diminuzione dell’emissione di CO2 nell’aria».
«L’iniziativa – aggiunge l’assessore all’agricoltura Luigi Aprili – non pregiudica affatto il ritorno a destinazione agraria dell’area, una volta scaduti i termini di affitto, siano essi di 20 o 30 anni. Per l’agricoltore, inoltre, è un’occasione per integrare il reddito della sua azienda, con valori incentivanti in pieno rispetto dell’ambiente. Spunterà, infatti, un prezzo incentivante rispetto a quello derivante dall’affitto del campo per uso agricolo. Possono partecipare più proprietari al bando purché i 25mila metri siano contigui».
 Il criterio di aggiudicazione della selezione pubblica è il prezzo più basso richiesto dal proprietario del terreno per l’affitto. L’amministrazione sceglierà la proposta più conveniente imponendo un tetto di 10mila euro l’anno.
L’offerta dovrà pervenire in Comune entro le 12 del 30 settembre 2010. L’avviso è disponibile on-line o in Municipio.

Condividi ora!