Riapre il “Sentiero della Speranza” da Brentino a Madonna della Corona

di admin
Inaugurazione alla presenza del vescovo di Verona, mons. Zenti e un nuovo libro per chi vuole saperne di più.

Oggi, giovedì 9 settembre, nella sala Rossa del Palazzo Scaligero, l’assessore al Turismo Ruggero Pozzani e l’assessore ai Beni ambientali Marco Ambrosini hanno presentato il nuovo tracciato del “Sentiero della Speranza”, nuovamente percorribile da Brentino Belluno al santuario della Madonna della Corona dopo i lavori di ristrutturazione e ammodernamento. Inoltre è stato mostrato in anteprima il nuovo libro dedicato al santuario che verrà presentato ufficialmente domani 10 settembre alle ore 18:00 presso Villa Brignoli in località Rivalta di Brentino Belluno.
Erano presenti: il sindaco di Brentino Belluno Virgilio Asileppi, in rappresentanza del  Corpo Forestale Anna Paola Perazzolo, l’ingegner Luciano Laita curatore del volume, Giorgio Girelli dell’Ati Baldo Natura.
Ad inaugurare il sentiero, mercoledì 15 settembre alle ore 10:00, sarà monsignor Zenti, Vescovo di Verona.
Assessore Pozzani: “Sono molto orgoglioso di poter presentare la riapertura e l’ammodernamento del ‘Sentiero della Speranza’ che ritorna a collegare il santuario della Madonna della Corona al paese di Brentino Belluno. Il turismo religioso rappresenta una grande risorsa per il nostro territorio e la Provincia di Verona si impegna a lavorare per assegnare a questo cammino il posto che merita nel panorama turistico religioso veronese. Invito tutti quanti, dai pellegrini agli amanti della montagna, a percorrere questo cammino tra le bellezze naturalistiche della Val d’Adige”.
Assessore Ambrosini: “Siamo qui oggi anche per presentare una pubblicazione sul ‘Sentiero della Speranza’ molto ricca e curata. Ho dato un sostegno a questo progetto perché riporta e completa a livello nozionistico la lunga storia del santuario della Madonna della Corona. Un appoggio sentito, quindi, all’editoria religiosa e paesaggistica che promuove questo bellissimo cammino carico di tradizione”.
Sindaco Asileppi: “Oggi è una giornata importante perché celebriamo la fine di un lavoro iniziato molto tempo fa. Il ‘Sentiero della Speranza’ è finalmente riaperto per la gioia di tutti i devoti e tutti i pellegrini. Questo percorso è molto importate, chi lo compie per arrivare al santuario deve poter percorrere i 2.400 metri del sentiero nella maniera migliore possibile, immerso nella bellezza della Val d’Adige, con piazzole di sosta e senza pericoli o intralci dovuti alla vegetazione. Siamo riusciti nel nostro intento di riportare, questo cammino così importante per tutti fedeli, allo splendore che merita e invito tutti a venire all’apertura ufficiale mercoledì 15 settembre alla presenza del vescovo di Verona monsignor Zenti”.
Anna Paola Perazzolo: “Come Servizio Forestale Regionale, siamo stati delegati dal comune ad occuparci in prima persona dei lavori. Le problematiche sono state molteplici ma la difficoltà logistica di operare direttamente sul sentiero ha rappresentato il problema più grande. L’utilizzo dell’elicottero è stato necessario per trasportare i mezzi e i rifornimenti lungo tutto il percorso e ci hanno permesso di compiere tutti i lavori necessari al meglio. Il cantiere è partito a settembre 2009 e si è concluso in tempo per l’inaugurazione di mercoledì 15 settembre”.

Condividi ora!