Miozzi in missione segreta?Meglio che lavori!

di admin
Una settimana fa il Presidente della nostra Provincia, nostro dipendente, chiamato a fare gli interessi dei veronesi, è andato a farsi un viaggetto a Torino alla festa nazionale del PD, il partito democratico, dallo stesso lontano politicamente anni luce.

L’occasione dichiarata era la discussione sull’utilità delle province.  Ora, per un  ex di Allenza Nazionale come Miozzi, sdoganato qualche anno fa da epiteti a cui compagni  comunisti spesso ricorrevano, andare ad una manifestazione di post comunisti è come bere un  bicchiere d’acqua. Ciò nell’evoluzione  della storia e delle coscienze ci sta, anche se permetterete lascia qualche dubbio sul perché della visita. Appare ovvio che  il presidente di una provincia vada a dire che le province sono utili, ma nella politica italiana, nulla è scontato! E non è  paradossale leggere  il comunicato stampa emanato dalla Provincia di Verona  al ritorno dal viaggio ove il  nostro  dipendente  recita: “ Credo nell’Istituzione Provincia. Ci credo perché può svolgere un ruolo forte di coordinamento e di collegamento con il territorio…..etc”. Questo però  poteva dirlo anche da Verona se non fosse che il programma  del partito  a cui aderisce, non è il Partito Democratico, ma quel Pdl che propugnava in campagna elettorale l’eliminazione  delle Province. La ci sono i post comunisti e forse se lo sono dimenticati, qui forse meno. Il tema, per bocca del capo  indiscusso di AN,    Fini, che  da sempre è stato riferimento dei Giorgetti  (ma se le  vicissitudini romane  volgessero per un Governo tecnico di transizione, che farebbero?) è netto: Berlusconi ha tradito gli impegni elettorali, aveva promesso l’eliminazione delle province, ancor di più  in altre sedi Fini aveva rincarato la dose “L’esistenza di queste istituzioni non ha nessun senso:  Poi i distinguo,  le precisazioni, la ragion veduta hanno fatto fare alla Lega ed a Berlusconi  marcia indietro. Lo so che  quanto detto è noto  a molti,  ma proprio per questo che Miozzi  vada a Torino a come ad un viaggio di piacere a spese della Provincia non ci credo, è più facile pensare che la visita sia stata fatta per altri scopi. Qui,  da illazione ad illazione, si potrebbe continuare a lungo. Ma al di là delle stranezze che si possono  rilevare, l’invito che ci sentiamo di fare al Nostro   Presidente della Provincia Miozzi, eletto per fare gli interessi dei veronesi, si faccia un giro in  più nel veronese e lavori di più per contribuire a risolvere qualche problema locale. Di questo ce n’è tanto di bisogno  più che di viaggi a Torino!

Condividi ora!