E’ operativo da oggi, 1 settembre 2010, il nuovo piano tariffario di ATV

di admin
Novità positive attendono, al rientro delle vacanze estive, i cinquantamila veronesi che utilizzano i mezzi pubblici di ATV per raggiungere il posto di lavoro, per andare a scuola, o comunque per spostarsi in città e provincia.

Il presidente di ATV, Gianluigi Soardi, il direttore generale dell’Azienda Stefano Zaninelli, l’assessore al traffico del Comune di Verona Enrico Corsi, l’assessore provinciale ai trasporti Gualtiero Mazzi, hanno infatti presentato il nuovo sistema di tariffazione integrata entrato in vigore oggi con l’obiettivo di riordinare e semplificare le tariffe del trasporto pubblico veronese introducendo importanti innovazioni.
Con il nuovo piano tariffario ATV raggiunge quindi un altro degli obiettivi qualificanti che Comune e Provincia di Verona avevano posto nel piano industriale al momento della nascita della nuova Azienda.
Il nuovo sistema rappresenta una svolta per il trasporto pubblico scaligero perché realizza l’integrazione tra i servizi urbano ed extraurbano, con un’offerta ripensata e costruita da un lato per favorire al massimo gli interscambi all’interno del bacino di trasporto Veronese, dall’altro per “spingere” sui titoli di viaggio in grado di fidelizzare l’utenza.I nuovi tipi di biglietti e di abbonamenti che la clientela troverà nelle biglietterie ATV a settembre saranno dunque più aderenti alle nuove esigenze di mobilità, ed offriranno sensibili vantaggi economici sui titoli di viaggio “fidelizzanti”, in particolare sugli abbonamenti annuali.
L’obiettivo è far sì che più veronesi possibile abbiano in tasca il loro abbonamento o il borsellino elettronico ATV, scegliendo l’autobus come mezzo abituale per i loro spostamenti in città e provincia. Ecco dunque che il piano tariffario aumenta in maniera considerevole la convenienza offerta dai titoli “forfettari” rispetto a quelli occasionali.
Il progetto ha avuto naturalmente l’avallo del Comune di Verona che da sempre ha posto l’integrazione tariffaria tra le priorità del trasporto pubblico del futuro, e anche della Provincia di Verona. Proprio dai Palazzi Scaligeri è arrivata ad ATV l’indicazione di dare la possibilità alle famiglie di rateizzare il costo degli abbonamenti annuali, opportunità che l’Azienda attiverà nei prossimi mesi.
Titoli di viaggio a tempo anche sul servizio extraurbano
Di fatto le novità più sostanziali del nuovo sistema tariffario integrato ATV interesseranno soprattutto chi utilizza i mezzi extraurbani. Se i viaggiatori arrivano o partono da Verona, i biglietti extraurbani danno la possibilità di utilizzare, entro un determinato periodo di tempo, anche le linee della rete urbana senza dover acquistare il classico biglietto urbano.
Un esempio concreto: il biglietto che serve per coprire il percorso Illasi –Verona, (tariffa 4, euro 2,90) ha una validità di 105 minuti; calcolando un tempo di percorrenza da Illasi all’autostazione di Verona Porta Nuova di circa 50 minuti, il biglietto permette di proseguire il viaggio nell’area urbana per altri 55 minuti, supponiamo per raggiungere l’ospedale di Borgo Trento. Con il vecchio sistema tariffario questo viaggio sarebbe costato 3,80 euro (2,80 il biglietto extraurbano + 1 euro quello urbano) mentre con il nuovo biglietto integrato il viaggio costa 2,90 euro.
Un vantaggio considerevole dunque.Come avviene già tradizionalmente per il servizio urbano, anche nell’extraurbano viene introdotto il “Carnet” di dieci biglietti, ciascuno dei quali offre una corsa integrata extraurbana + urbana, proposto ad un prezzo scontato rispetto ai 10 biglietti singoli. Questo titolo si rivolge quindi ad una fascia di utenza che utilizza i mezzi pubblici con una certa frequenza, ma non tale da giustificare l’acquisto di un abbonamento.
INTEGRO, il “passpartout” per viaggiare su tutta la rete 
Tante le novità del nuovo piano tariffario ATV per quanto riguarda gli abbonamenti, con proposte mirate a favorire al massimo la fidelizzazione della clientela.
Le tipologie sono state semplificate (si riducono in pratica a due) e si aggiungono i nuovi titoli integrati. Chi intende viaggiare sulla rete urbana di Verona oggi ha a disposizione il CITY MOVER abbonamento (mensile, 2,3,6 mesi o annuale) che si rivolge a tutte le categorie di utenti ad eccezione degli studenti con meno di 26 anni e degli anziani “over 70”, che possono invece contare sul CITY MOVER RIDOTTO sempre nelle versioni mensile ed annuale.
Chi usa con frequenza il servizio extraurbano ha oggi a disposizione l’abbonamento EXTRA MOVER (o EXTRA MOVER ridotto” se è uno studente con meno di 26 anni o ha compiuto i 70 anni). Elemento qualificante della manovra tariffaria di ATV è l’istituzione dell’ INTEGRO, cioè un abbonamento urbano proposto ad un costo molto più contenuto rispetto a quello tradizionale, e rivolto a chi ha già un abbonamento extraurbano con partenza/destinazione Verona.
Abbinando Extra Mover ed Integro si può quindi viaggiare sull’intera rete dei bus urbani ed extraurbani con lo stesso titolo di viaggio ed un sensibile vantaggio in termini economici; vantaggio che aumenta ulteriormente se ci si orienta sugli abbonamenti annuali.
In pratica acquistando un INTEGRO annuale da abbinare all’abbonamento extraurbano, con soli 11,25 euro al mese si viaggia tutto l’anno in tutta la città; e con INTEGRO RIDOTTO annuale, che si rivolge agli studenti con meno di 26 anni ed agli over 70 il costo mensile per viaggiare tutti i giorni in tutta la città scende a 8,30 euro.
Come si può comprendere dunque le novità sono veramente tante. Invitiamo i clienti di ATV a scoprire le formule più vantaggiose per le proprie esigenze, richiedendo nelle biglietterie i materiali informativi appositamente realizzati e consultando le pagine del sito internet atv.verona.it.

Condividi ora!