Meneghetti alla Biennale Architettura

di admin
Renato Meneghetti per la quarta volta alla Biennale di Venezia - musica, cinema, arte e ora architettura.

L’artista bassanese, noto per le sue radiografie per le quali il gota della critica ha scritto saggi e volumi, da Federico a Vittorio Sgarbi, da Gillo Dorfles a Achille Bonito Oliva, approda a Venezia invitato alla Biennale Architettura.
Precedentemente era stato invitato alla Biennale Musica 1982 con il concerto “INSANIA, Immagini e Suoni”, l’artista componeva musica per il Centro di Ricerca Sonologica dell’Università di Padova; Biennale Cinema 1982 “Festival del Cinema con il suo primo film “DIVERGENZE PARALLELE” premiato poi in molti festival d’Europa; Biennale Arti Visive 2003 con l’installazione “NULLA VITA EX HOC PANE” aspra denuncia al potere malefico del denaro.
Ora alla Biennale Architettura esporrà l’installazione composta da 20 gigantesche sculture in gres ceramico “PARALLELI VERTEBRALI”, portando così la ceramica bassanese alla prestigiosa Biennale di Venezia, alla mostra evento CULTURE_NATURE, curata da Fortunato D’Amico e Alessandra Coppa, allo Spazio Thetis – Arsenale Novissimo – Venezia, dal 26 agosto al 21 novembre 2010.
PARALLELI VERTEBRALI:
Struttura portante del corpo, la catena delle vertebre evoca un parallelo tra colonna e pianta, creando immagini ora di oasi pietrificate dietro le quali muovono radiografie di anatomie umane, ora colonne di fumo e camini che riportano la memoria cruda ed immediata di pire sacrificali. Sul fondo muovono radiografie di anatomie umane nell’installazione di cotoni dipinti a partire da fondi radiografici, variamente disposti nell’architettura segnati da rilievi umani. Forme che evocano il parallelo tra pianta e colonna vertebrale. I Paralleli Vertebrali sono il risultato di un’osservazione fatta da Meneghetti in occasione di un viaggio a Santo Domingo: l’analogia formale dei tronchi delle palme dei Caraibi con gli elementi dello scheletro umano. Simili nella misura e nella forma ad alberi, a fusti di palme, ma innaturali nella cromia, a comporre un disorientante paesaggio mentale. Meravigliosa sintesi arcana dell’armonia, l’albero della vita e la colonna vertebrale portante l’umanità, punto di incontro fra cielo, terra e inferi, associato all’idea di bellezza, equilibrio, flessuosità: idea resa da queste sculture, capolavoro di ingegneria ceramica, considerata la vertiginosa altezza che sfiora anche i quattro metri. La palma e la colonna, lontane dall’utilità arrogante o dalla bellezza inutile, sono simbolo antico, che custodisce il rispetto dell’origine e del percorso dell’umanità.
In settembre, e per tre mesi, altre 30 enormi sculture di ceramica sullo stesso tema saranno esposte al MIC di Faenza, il più importante Museo Internazionale della Ceramica del mondo, dando così ulteriore lustro e prestigio alla ceramica di Bassano.
Per il comune di Venezia, nella Torre di Alberatura dell’Arsenale, Meneghetti esporrà un’altra installazione: OPTIONAL
OPTIONAL:
Per gli uomini del Terzo Millennio l’uso del cervello è un’ OPTIONAL, per questo assistiamo alla catastrofica situazione mondiale. Un gigantesco encefalo, m 10 x 8 x 6h., meandri di tubi trasparenti formano gli emisferi cerebrali che improvvisamente, ma con lenta erezione, si gonfiano a formare una cupola gigantesca. L’apertura tra i due emisferi permette l’accesso ai visitatori alla “cattedrale” per ammirare… l’assoluto vuoto. Un segnale acustico avverte dell’imminente crollo e una voce dal tono deciso esorta il pubblico ad uscire. Sgonfio, il “tempio” appare un ammasso informe. Un nuovo input ri-costituisce il cerebro: la rimessa in funzione del cervello, del pensiero. Il risveglio della pubblica coscienza.
Il grande cervello gonfiabile è stato scelto per rappresentare il centro di Alta Cultura Veneziana nel mondo, l’immagine grafica sintetizzata del cervello diventerà il logo del centro avrà sede nella Torre di Alberatura appena conclusi i lavori di restauro.
Il centro è stato battezzato “B.R.A.I.N.S.”, BACINI. RICERCA. ARTE-ARCHITETTURA. INNOVAZIONE. NATURA. STORIA, sigla ispirata dall’installazione di Renato Meneghetti.
L’installazione sarà operativa, il cervello sarà gonfiato e sgonfiato ininterrottamente, nei giorni 26/27/28 agosto, il 31 agosto sarà gonfiato e sgonfiato alla presenza del famoso architetto Mario Botta e del noto critico d’arte Philipe Daverio che hanno calpeggiato la scelta di “OPTIONAL, Un Cervello per l’Arsenale”.
Chissà se Meneghetti ci riserva la sorpresa della sua partecipazione alla prossima Biennale Arti Visive nel 2011. Le speranze sono buone, dipende da Vittorio Sgarbi.
12. BIENNALE ARCHITETTURA, VENEZIA
2010 – a cura di Alessandra Coppa e Fortunato D’Amico
Spazio Thetis – Arsenale Novissimo – Venezia
29.08 – 21.11.2010
L’integrazione delle aree multidisciplinari, sul tema dell’ambiente e l’habitat contemporaneo, determina le letture delle iniziative coordinate sotto il titolo di Culture_Nature, a cura di Alessandra Coppa e Fortunato D’Amico. L’esposizione si tiene presso lo Spazio Thetis ed è un Evento Collaterale della 12. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia.
In quest’area sono presentati una serie di progetti multidisciplinari che hanno come tema la natura. Architettura, paesaggio, agricoltura, energie, design, arte, cinema sono i protagonisti di questa manifestazione estesa a dibattiti, conferenze e ad altri incontri programmati a partire dal 29 agosto sino al 21 novembre 2010. Negli spazi del parco-giardino, il cui concept è stato sviluppato da Andreas Kipar, le installazioni e le opere di architetti e artisti evidenziano gli aspetti del rapporto UOMO – ARCHITETTURA – AMBIENTE nella cultura contemporanea del terzo millennio. Il Politecnico di Torino, organizzatore e promotore di questa iniziativa, presenta, nell’Officina Lamierini, i lavori svolti nell’ambito della didattica dalle scuole di architettura e di design, italiane e straniere.
OPTIONAL, Un Cervello per l’Arsenale
Torre di Porta Nuova > Visita di cantiere
26 agosto ore 17.30
Giovedì 26 agosto alle ore 17.30 il cantiere della Torre di Porta Nuova in Arsenale sarà accessibile per una visita guidata che partirà dallo Spazio Thetis, sede dell’Evento Collaterale Culture_Nature promosso dalla 12. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia.
Le visite proseguiranno nei giorni 27 e 28 agosto dalle 11.00 alle 17.30.
All’interno della Torre Renato Meneghetti espone la sua opera “OPTIONAL”.

Condividi ora!