Vallese di Oppeano, progetto pilota a livello europeo per la realizzazione di pannelli fonoassorbenti e fotovoltaici integrati lungo la “Transpolesana”

di admin
A seguito di accordi in fase di definizione con ANAS, Ente gestore della S.S. 434, e in linea con quanto approvato nel “Patto dei Sindaci per l’ambiente”, che prevede la riduzione del 20 per cento delle emissioni di gas serra attraverso il ricorso dei Comuni a fonti di energia rinnovabili, l’Amministrazione di Oppeano ha approvato…

 L’impianto, un progetto pilota a livello europeo, verrà presumibilmente reso operativo in tempi record entro fine anno, al fine di accedere ai benefici del “conto energia” attualmente in vigore. Inoltre, per la costruzione di tutto il tratto di 1,8 chilometri che costeggerà o attraverserà il centro abitato di Vallese, verranno impiegati materiali eco-compatibili. “Lo scorso 9 luglio abbiamo pubblicato il bando di gara relativo all’affidamento dell’opera”, ha dichiarato il Sindaco di Oppeano, On. Alessandro Montagnoli, “per la quale l’Amministrazione si è prodigata oltre 8 anni presso ANAS, nell’intenzione di esaudire le richieste avanzate dai cittadini vallesani in merito all’isolamento acustico e dall’inquinamento. Il Comune attende ora soltanto l’approvazione da parte dell’Ente gestore dell’apposita convenzione, clausola da cui dipenderà il buon esito della gara, per poter beneficiare del diritto di superficie necessario alla realizzazione dell’impianto. Il progetto, in base alle tecnologie previste, alle modalità d’intervento, ai risultati che saranno ottenuti, ai benefici per tutti i cittadini residenti lungo la strada statale e sull’ambiente – quale la riduzione del rumore e del 50 per cento delle polveri sottili prodotte da auto e mezzi pesanti che viaggiano sulla superstrada -, si può definire innovativo ed unico in Italia, se non a livello europeo”. Continua l’On. Montagnoli: “La scelta operata dall’Amministrazione è in linea con quanto previsto nel “Patto dei Sindaci per l’Ambiente”, approvato da questo Consiglio Comunale lo scorso 28 giugno, e che impegna gli Enti locali a ridurre le emissioni di CO2 oltre il 20 per cento, ad incentivare la realizzazione di edifici eco-compatibili, ad utilizzare fonti rinnovabili, a far conoscere le opportunità ed i vantaggi derivanti da un uso più intelligente dell’energia sostenibile”.
Nel bando si prevede che i pannelli fonoassorbenti e fotovoltaici, la cui potenza energetica richiesta è di circa 700 Kilowattora, vengano installati dalla ditta concessionaria per un importo totale dei lavori di 5.385.000 euro, senza alcun onere a carico del Comune, che anzi avrà la possibilità di acquisire un corrispettivo annuale stabilito in sede di gara. Nel dettaglio la procedura prevede che sia la ditta con l’offerta più vantaggiosa, in base a determinati criteri e requisiti, ad aggiudicarsi l’appalto per la progettazione, realizzazione e gestione della barriera antirumore con pannelli fotovoltaici integrati. Gli introiti del concessionario dell’opera deriveranno dal ricavato della vendita dell’energia elettrica prodotta dall’impianto e dai proventi della tariffa incentivante erogati dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE) di cui una percentuale dovrà essere versata al Comune. La superficie su cui verrà eseguito l’intervento è la striscia sul lato est della S.S. 434, esterna alla carreggiata, dove saranno posizionate le barriere di 3,2 metri reclinate sulla sommità per permettere, in base alla teoria di propagazione del suono, la rifrazione delle onde sonore. Al termine dei 20 anni di concessione, durante i quali l’Amministrazione potrà decidere se implementare l’impianto, la struttura tornerà di proprietà comunale o, in caso di necessità di smantellamento, con costi a carico del concessionario. Alla gara sono ammessi imprenditori individuali, società commerciali e cooperative, consorzi fra cooperative o raggruppamenti temporanei d’imprese. Il concessionario potrà configurarsi come ESCO, Energy Service Company, ovvero come società che interviene per migliorare l’efficienza energetica assumendosi il rischio dell’iniziativa e liberando perciò il cliente finale da ogni onere organizzativo e di investimento. La realizzazione delle barriere è già stata inserita nel piano triennale delle opere pubbliche 2010/2012 approvato dal Consiglio Comunale il 9 luglio.
Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla gara è l’11 agosto 2010 alle ore 9. Il bando per la “Progettazione, realizzazione e gestione di una barriera antirumore con pannelli fonoassorbenti integrati con fotovoltaico per la produzione di energia elettrica” è disponibile on-line sul sito del Comune di Oppeano, nella sezione “Bandi” (http://www.comune.oppeano.vr.it/vivere/bandi.asp). Le buste chiuse contenenti le offerte vanno recapitate all’ufficio segreteria – bandi e concorsi – del Comune di Oppeano.

Condividi ora!